Le bugie del premier

Si eleggono i nuovi presidenti delle province... Ma non erano state cancellate?

Renzi trionfante dichiarò di averle abolite tagliando i costi, però da domenica si rinnovano le amministrazioni provinciali e non c'è traccia dei risparmi

Ismaele Rognoni
Golpe costituzionale, il Premier si gioca pure i partigiani

Il fu rottamatore Matteo Renzi annunciava trionfante l'abolizione delle province e il taglio dei costi relativi. Tuttavia da domenica si voterà per il rinnovo proprio delle province, classificate come "di secondo livello", e gli elettori non saranno più i cittadini tramite suffragio diretto, ma i consiglieri comunali e i sindaci con un conseguente abbattimento del voto democratico. E' l'inizio di questa tipologia di voto che vedrà rinnovarsi le province di Ravenna (già eletta il 3 agosto), Macerata, Pavia, Mantova, Campobasso, Vercelli e Treviso e molte altre ancora da definirsi entro gennaio 2017.
Ci sono anche moltissime province il cui il presidente è decaduto e sono rette da più di un anno dal vice, altre sono dismesse ma la giunta è rimasta ancora in carica per altri tre mesi, oltre alle province siciliane che verranno elette in questa maniera l'11 settembre, salvo poi tornare all'elezione diretta qualora lo statuto lo prevedesse.

Per quanto concerne l'aspetto economico, il risparmio è ridicolo. Secondo un calcolo dell'Unione delle Province d'Italia si risparmierebbero 32 milioni di euro per le indennità degli amministratori pubblici e 78 milioni di euro per il funzionamento della macchina amministrativa, a fronte di un costo di 2 miliardi di euro per il riordino delle province e avendo comunque 10 miliardi di euro di spese obbligatorie per i servizi essenziali per i cittadini
Sostanzialmente l'abolizione delle province è una mossa propagandistica di Matteo Renzi, tutto fumo e niente arrosto, anzi viene eliminato radicalmente il voto del popolo e subentra il voto calcolato dagli interessi politici ed esercitato dagli stessi politici. Che sia l'inizio di un nuovo sistema elettorale che abbatta la democrazia e consenta alla casta di rinnovarsi in eterno?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...
come dire la verità ridendo e scherzando

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU