Pio XII: lunedì prossimo l'apertura degli Archivi Vaticani

Il "Papa sociale" e la difesa della famiglia

Il 19 dicembre 2009 Benedetto XVI firmava il decreto con cui si riconosce l’eroicità delle virtù di Papa Pio XII (oggi “venerabile”). La divulgazione di tanti aspetti della sua vita e insegnamento, che avverrà il 2 marzo con l'apertura degli Archivi Vaticani relativi al periodo 1939-1958, aiuteranno sicuramente a facilitare il prosieguo del suo processo di beatificazione e canonizzazione

Giuseppe Brienza
Il "Papa sociale" e la difesa della famiglia

La copertina del libro di Giuseppe Brienza: "Il magistero di Pio XII e l'Ordine sociale" (Fede & Cultura, Verona 2012)

Lunedì prossimo, 2 marzo, per decisione di Papa Francesco, assisteremo all'apertura degli Archivi Vaticani relativi al periodo del Pontificato di Pio XII (1939-1958), il Papa più longevo della storia, secondo solo a Giovanni Paolo II. Ancora oggi, soprattutto da parte "progressista", quando si parla del Venerabile Eugenio Pacelli (1876-1958), viene acriticamente sollevata la questione del suo presunto “silenzio” durante la tragedia dell’Olocausto. Gli storici seri, di diversi orientamenti culturali e appartenenze religiose, hanno già mostrato l’infondatezza di questa leggenda nera ma, purtroppo, l’argomento sta ancora facendo passare in secondo piano alcuni aspetti importantissimi dell’attività e del magistero di questo Papa. A Pacelli, anzitutto, penso possa tranquillamente spettare il titolo di Papa sociale, in riferimento non solo al suo importante e vasto contributo alla Dottrina sociale della Chiesa, ma anche all'esame storico, dottrinale e morale che ha offerto delle varie politiche, correnti e ideologie che hanno afflitto il XX secolo.

Lo storico Francesco Mario Agnoli ha scritto a questo proposito: "La memoria collettiva, pur conservando a lungo il ricordo delle grandi esplosioni e dei grandi disastri (le guerre, i genocidi, le catastrofi naturali), è alquanto labile per quel che riguarda le politiche, gli errori, le correnti di pensiero, le ideologie, che pure di molti di quegli avvenimenti sono stati l’autentica causa efficiente. [...] La difesa e la promozione della famiglia naturale, su tutto, costituiscono il punto centrale degli insegnamenti di quel grande Papa che fu Pio XII" (Prefazione a G. Brienza, Il Magistero di Pio XII e l'Ordine sociale, Edizioni Fede & Cultura, Verona 2012, p. 9). 

Il lavoro che in tal senso potranno fare la Sala Stampa della Santa Sede e i media cattolici in generale sarà davvero prezioso. Speriamo non ci si adagi sulle solite letture stereotipate di Pio XII. Dobbiamo dire che l'opera è iniziata bene guardando alla presentazione, giovedì scorso, ai giornalisti dell’evento di apertura degli Archivi Vaticani. Al "Meeting Point" allestito per l'occasione in via della Conciliazione 54, infatti, hanno partecipato le maggiori autorità della Santa Sede, dal card. José Tolentino Calaça de Mendonça, archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa a mons. Sergio Pagano, prefetto dell’Archivio Apostolico Vaticano. Ed ha convinto soprattutto l'affermazione con la quale il card. Tolentino ha introdotto la manifestazione: "La Chiesa non ha paura della storia". Molto ci si aspetta poi dal Seminario di studi che, il 5-6 marzo 2020, ha organizzato la Pontificia Università Gregoriana a Roma dal titolo: "La Santa Sede e gli Stati Uniti nell'archivio di Pio XII: il dibattito storiografico e gli archivi". Tra i singoli archivi delle rappresentanze pontificie presso i vari Stati, che saranno rese disponibili dal prossimo 2 marzo, infatti, uno dei più importanti è indubbiamente quello Stati Uniti. Una serie imponente di documenti che va dal 1939 fino al 1958 (versati però solo parzialmente) e che comprende anche l'Appendice Jugoslavia o Carte Hurley (1946-50), dal nome del prelato americano, mons. Joseph Patrick Hurley (1894-1967), in quegli anni affidatario di incarichi diplomatici in Europa.

Ugualmente interessante sarà il Convegno intitolato “Pio XII nei drammi del XX secolo”, che si terrà lunedì 16 marzo, sempre a Roma, presso la Sala Conferenze dell’Istituto Maria Santissima Bambina (via Paolo VI, 21 - alle ore 17). Promosso dal Comitato Papa Pacelli- Associazione Pio XII, vedrà la partecipazione del card. Dominique Mamberti, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, e degli storici Matteo Luigi Napolitano (Università del Molise) e Johan Ickx (Università Europea di Roma).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La foto della vergogna: i centri sociali contro gli alpini
fotonotizia / quando la storia non insegna nulla ai giovani

La foto della vergogna: i centri sociali contro gli alpini

Fotonotizia / "Io sto a casa", l'appello di Rocco Siffredi
anche l'attore hard contro il coronavirus

Fotonotizia / "Io sto a casa", l'appello di Rocco Siffredi

Satira e coronavirus...
per cercare di non impazzire

Satira e coronavirus...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

“Cari figli! Siate coraggiosi!”
Messaggio del 25 Marzo da Medjugorje

“Cari figli! Siate coraggiosi!”


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU