terza guerra mondiale

India nucleare, la Cina ha detto no

Favorevoli invece gli americani, che chiedono l'ingresso di New Delhi nel Nuclear Suppliers Group

Redazione
India nucleare, la Cina ha detto no

Nonostante gli sforzi diplomatici sviluppati negli ultimi mesi a tutto campo, l'India non è riuscita a far accettare in un incontro conclusosi venerdì a Seul, in Corea del Sud, la sua candidatura al Nuclear Suppliers Group (NSG), organismo che controlla e regola i trasferimenti di tecnologia atomica a fini civili e militari. La stampa indiana a New Delhi sottolinea il fallimento dei tentativi del premier Narendra Modi di convincere i membri del gruppo del fatto che l'India avesse le carte in regola per l'adesione, pur non essendo firmataria del Trattato di non proliferazione nucleare (NPT).


La riunione svoltasi nella capitale sudcoreana è stata a porte chiuse, ma i media sono d'accordo nel sottolineare che la Cina ha guidato il drappello di una decina di Paesi che hanno posto questioni di criterio e di sostanza per non concedere all'India il via libera, che nel gruppo ha bisogno dell'unanimità. Strano Obama: gli USA, riferisce l'agenzia di stampa Pti, hanno ribadito a Washington il loro sostegno alle ambizioni indiane, dicendosi certi che questo potrà avvenire nell'assemblea del NSG prevista per fine anno.


Ci manca solo questo, un'India armata di atomiche sempre in conflitto con il vicino pachistano, musulmano e sospettato di sostenere i jihadisti. Battaglie e schermaglie risalgono al 1947 e conflitti (le cosiddette "guerre-indopachistane") per lo più per il controllo del Kashmir si sono registrati nel 1965 e nel 1971, sino agli scontri armati del 1984 ("guerra del Siachen") e del 1999 ("guerra di Kargil"). In quest'ultimo caso il governo pachistano attaccò ritenenedo erroneamente che le sue armi nucleari avrebbero dissuaso l'India dall'intraprendere una escalation su vasta scala nel conflitto; la guerra totale non ci fu ma New Delhi rispose comunque colpo su colpo. Caro Obama, cerca di non scatenarla tu.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU