La nostra democrazia è una dittatura

Giovanni dAustria

Democrazia? Quando mai! Dalla fine della seconda guerra ci sono state interferenze straniere e brogli. Quando ci fu il referendum per scegliere tra monarchia e repubblica, oggi è quasi certo, ci furono delle manipolazioni. Oggi avremmo avuto un regno e non la repubblica. Pessimo inizio, perché quando si imbroglia sin dall'inizio non si è credibili. Napolitano, Saviano (chi?), Monti e company sparano a zero contro la libertà di un popolo di decidere. Dico male se interpreto il loro pensiero in questa frase? "Bisogna far credere al popolo di essere libero ma bisogna tenerlo in pugno e fargli fare ciò che vuole l'elite eurotedesca". Credo sia corretto. Ebbene, seguo i talk show i cui le stesse facce, a volte brutte facce, dicono le stesse balle colossali da anni. Morale? Non siamo in una democrazia, sogno quasi impossibile, ma in una dittatura finanziaria in cui la Germania ha un ruolo enorme. I nostri governanti si sono chinati, per interessi di parte, partito o personali, a fare i sudditi, e dagli schermi televisivi pontificano con una faccia di bronzo pazzesca. Se non vi piace il bronzo metteteci voi un'altra parola, non cambia nulla. Che schifo! Questo è delinquenziale. Hanno tolto tutti i simboli di identità culturale, tutti riferimenti (ultimo la genialità della Serracchiani che ha tolto il Giovedì Santo - festa cristiana da sempre - dalle vacanze scolastiche della Regione Friuli Venezia Giulia). Non abbiamo possibilità di voto, siamo plagiati da una classe dirigente bugiarda e serva dell'economia. Come possiamo cambiare? Chi ha potuto votare, come in Gran Bretagna, è stato additato come nazista. Ma siamo impazziti? Se non ci sono più strumenti legali, come fa un popolo a cambiare per essere LIBERO? Ditemelo voi!

33100 Udine UD, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU