a Milano il voto decisivo

Politico cremonese: “Fermiamo la macellazione islamica”

Ambientalisti, animalisti, intellettuali sono concordi nel ritenerla una pratica crudele e dolorosa, sulla quale certa sinistra tace colpevolmente

Alfredo Lissoni
Politico cremonese: “Fermiamo la macellazione islamica”

Fonte Gonews e Initinere

Una barbarie (contro la quale intellettuali di tutto il mondo si sono schierati in passato, nonché attrici come Brigitte Bardot e persino imam del Qatar) potrebbe avere fine, almeno in Lombardia, la cosiddetta "macellazione islamica”. La Regione potrebbe vietarla, sulla scorta di quanto già avviene in Austria, Olanda, Svizzera, Danimarca, Svezia e persino nell'islamica Malesia, durante una delle prossime sedute del Consiglio al Pirellone. A farsi portavoce della lodevole iniziativa il politico leghista Federico Lena, che racconta: "Durante la seduta odierna della Commissione Sanità abbiamo approvato un emendamento al progetto di Legge di attuazione della riforma della Sanità, riguardante la macellazione riturale”.

“Siamo soddisfatti per il via libera a questa modifica", ha detto Lena, "che abbiamo voluto inserire nelle norme in materia di sanità pubblica veterinaria. Nel progetto di legge si chiede pertanto la verifica del rispetto della normativa sul benessere degli animali negli stabilimenti di macellazione, nonché la promozione dello stordimento dell’animale anche per quanto riguarda la macellazione rituale”.

 

“Nella macellazione islamica l’animale viene ucciso mediante un procedimento particolare, che conduce a una morte lenta e dolorosa. Si tratta di una pratica antiquata e profondamente crudele, in particolare tenuto conto che esistono tecniche che risparmierebbero sofferenze. La misura per essere definitiva dovrà attendere l’approvazione da parte dell’Aula; si tratta di una norma di buon senso che va nella direzione di una maggiore attenzione verso il benessere degli animali, magari evitando loro agonie inutili”.


I musulmani più integralisti ritengono che tale pratica, detta Az-Zàbh, provochi la morte per shock emorragico dell’animale "in condizione di anestesia totale, derivante dalla anossia cerebrale"; in altre parole, a loro dire, gli animali macellati che muoiono dopo sofferenze che possono durare alcune ore, non proverebbero alcun dolore. Il che è smentito dalle decine e decine di segnalazioni alla polizia da parte di italiani che, avendo vicini di casa macellai islamici, in più occasioni hanno richiesto l'intervento della forza pubblica, inorriditi dalle urla laceranti di caprette sgozzate per strada o appese ai balconi affinché si dissanguassero lentamente. L'aspetto paradossale è che, secondo ad esempio il sito web musulmano (in italiano) al-Wafaa, "la macellazione islamica è animalista". Nulla di più lontano dalla realtà.


"La macellazione rituale è una pratica legale per dissanguamento, ma senza pietà", ha dichiarato in passato l'Enpa. "Ogni giorno dell’anno la mattanza è uguale, purtroppo, per tutti gli animali da macello". "È il silenzio degli innocenti, è una mattanza degli animali per dissanguamento e senza stordimento", hanno protestato gli Amici degli animali di Sacile sul web, in occasione della "festa del sacrificio" nel pordenonese, l'anno scorso, che ha portato allo sgozzamento doloroso di 90 agnelli (e col sospetto dell'assenza di norme igieniche, come nel caso di macellazioni fai-da-te in casa o in garage). "Ingiusto privilegio alle minoranze islamiche", hanno protestato in passato gli Animalisti Europei.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Brindisi, soccorso giovane airone ferito
Trasportato nel Centro di recupero di Bitetto

Brindisi, soccorso giovane airone ferito

Pavia denuncia la pesca predatoria
numero verde antibracconaggio

Pavia denuncia la pesca predatoria

Tutti i segreti del nostro micio di casa
estate con un libro e con un pet

Tutti i segreti del nostro micio di casa

Acquario: come gestire il pesce chirurgo
immortalato dal film "alla ricerca di dory"

Acquario: come gestire il pesce chirurgo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU