bagno di folla alla sala estense

Salvini a Ferrara incontra gli "azzerati" della Carife: "Rovinati dalla Ue"

"Quella stessa Unione europea che hanno voluto mettere in Costituzione ha rovinato 32mila risparmiatori ferraresi. Ecco perché Renzi non è credibile quando l'attacca"

Redazione
Salvini a Ferrara incontra gli "azzerati" della Carife: "Rovinati dalla Ue"

Foto La Nuova Ferrara

Standing ovation per Matteo Salvini, ieri a Ferrara, all'incontro sul No al referendum, tenutosi in una Sala Estense stipata. Ma prima, il leader leghista ha voluto far visita a un gruppetto di 'azzerati' Carife in un locale in centro città. "Gli azzerati Carife? È la stessa Unione europea che hanno voluto mettere in Costituzione, ha rovinato 32mila risparmiatori ferraresi. Ecco perché Renzi non è credibile quando l'attacca", ha dichiarato. "Con il bail in il governo italiano si è calato le braghe con l’Europa e per la prima volta se a fallire è una banca non pagano gli amministratori ma i risparmiatori", ha detto. "Franceschini, la Boschi e Renzi non dovrebbero più farsi vedere a Ferrara e rimborsare di tasca propria i 32mila azzerati”.

All'incontro, il leader leghista ha toccato diversi temi, a cominciare da tasse e immigrazione: "Se io fossi al Governo farei come Trump: via i clandestini illegali. Con questo governo sono arrivati mezzo milione di immigrati che dovevano essere ripartiti tra gli stati europei, invece solo mille sono stati spostati e gli altri sono rimasti a carico nostro. A chi mi accusa di pensare prima agli italiani io rispondo sì, i nostri sindaci usano i nostri soldi prima per gli italiani”. E ancora: “Per donne e bambini che scappano dalla guerra c’è posto, non per i ventenni che vanno in giro per Ferrara a rompere le scatole. Questi tornano a casa loro a calci in culo”.


E su tasse ed economia: "Unica aliquota al 15% per tutti e se non paghi vai in galera, non come ora con una tassazione al 60% dove evadere diventa legittima difesa. Dobbiamo tornare a controllare la nostra economia, la nostra moneta ed i nostri confini”. Quanto al referendum ha aggiunto: “Renzi è arrabbiato e sta girando l’Italia a nostre spese perché pensava di aver già vinto con tutta l’élite dalla sua parte. Non ha fatto i conti però con il fatto che gli italiani hanno una testa e ragionano con questa. Come riforma costituzionale abbiamo proposto obbligo di dimissioni per parlamentari che vogliono cambiare partito ma Renzi ha bisogno degli Alfano, dei Cicchitto e dei Verdini per governare. Con la vittoria del sì l’Italia diventerà schiava di altri, dai banchieri e finanzieri alla Ue”.

“Non vedo l’ora arrivi il 5 dicembre e tornare a parlare di argomenti concreti e ricordo che questo è il quinto anno dell’infame legge Fornero”, ha concluso; “con la vittoria del No ripartiamo dalle persone, con il Sì invece vengono regalate poltrone ai consiglieri comunali”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Leghista e africano? La Kyenge lo fa cacciare dalla sua onlus
Intervista a Ekuè Folly, vittima dell'intolleranza di sinistra

Leghista e africano? La Kyenge lo fa cacciare dalla sua onlus


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU