La gente dice basta

La prefettura impone clandestini in paese: cittadini in rivolta nel Ferrarese

Barricate a Gorino contro l'invasione programmata: anche in questo caso il Prefetto ha requisito una struttura alberghiera per garantire l'accoglienza

Redazione
La prefettura impone clandestini in paese: cittadini in rivolta nel Ferrarese

La protesta dei residenti. Da estense.com

"Ci hanno requisito i locali senza preavviso" dicono i titolari dell'ostello "Amore-Natura" di Gorino, frazione del comune di Goro sul Delta del Po, in provincia di Ferrara. Come già accaduto per l'hotel Cristallo di Castel d'Azzano, nel Veronese, anche in questo caso il braccio operativo del Governo sul territorio ha deciso di cancellare la proprietà privata per far posto agli immigrati, imponendo l'arrivo di una ventina clandestini, ma non ha fatto i conti con la reazione degli abitanti.

Centinaia di residenti sono infatti scesi in piazza per protestare contro l'imposizione da parte del Prefetto, bloccando con delle barricate le strade di accesso alla frazione per impedire il passaggio dei pullman che avrebbero dovuto trasportare gli immigrati e consentendo il passaggio solo ai residenti. Dopo la mediazione raggiunta con prefettura, carabinieri e polizia, i clandestini sono stati dirottati, temporaneamente, in altre strutture della provincia.

"Tenuto conto della saturazione delle strutture già funzionanti", aveva spiegato la prefettura in una nota nell'annunciare la misura - è stata decisa la requisizione per ospitare intanto 11 donne, cui si dovranno aggiungere a breve altre sette persone, per un totale di 18 di un "gruppo di migranti assegnato alla provincia di Ferrara". Il prefetto Michele Tortora si era giustificato dicendo che la requisizione "ha carattere eccezionale straordinario" e aveva rivolto un appello "ad amministrazioni pubbliche, associazioni di volontariato e strutture ecclesiastiche affinché offrano ogni collaborazione".

Uno dei soci dell'ostello, Paolo Fabbrini, ha detto che una settimana fa, contattata, la struttura si era detta non disponibile ad accogliere i profughi ma che poi la situazione è precipitata. "Ci hanno contattato nelle settimane scorse per chiederci se eravamo interessati a mettere a disposizione gli spazi - ha raccontato alla stampa locale - ma abbiamo espressamente rifiutato. Alle 14 ci hanno notificato il sequestro dei locali e annunciato che entro 40 giorni sarebbero stati occupati. Poco dopo siamo stati informati che i venti ospiti erano già in viaggio da Ferrara per arrivare a Gorino".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Remo Gobbi:
Il non-editoriale
Alessandro Morelli

Il non-editoriale

Giovanni Rana (ri)sbarca negli USA
pasta fresca all'estero

Giovanni Rana (ri)sbarca negli USA


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU