Arrivano da Paesi dove non c'è nessuna guerra

Invasione, boom di sbarchi nel 2016: superato il record, 150mila dal 1 gennaio

Un flusso continuo che lascia prevedere che il tetto dei 170mila a fine anno verrà oltrepassato. 12mila in soli 3 giorni i clandestini recuperati dalle navi in Libia

Redazione
Invasione, boom di sbarchi nel 2016: superato ogni record, oltre 150mila dal 1 gennaio

Clandestini in arrivo. Foto ANSA

Il clima mite e un governo complice hanno favorito le partenze dalla Libia, così il 2016 si avvia a diventare l'anno record per numero di clandestini traghettati sulle coste italiane. Le cifre ufficiali parlano di 153.450 arrivi dall'1 gennaio, il 10% in più di quelli registrati nello stesso periodo del 2015 ed un migliaio in più rispetto al 2014, che alla fine fece segnare 170mila arrivi, finora il picco più alto mai raggiunto. Solo nella giornata di lunedì 24 ottobre si sono contati 4.300 immigrati che hanno toccato terra nei porti siciliani ed altri 2.200 imbarcati sulle navi che fanno la spola nel Mediterraneo. In soli 3 giorni sono state circa 12mila le persone recuperate in Libia.

Oltre alle navi di Marina Militare, Guardia Costiera e Frontex, anche diversi mercantili sono stati coinvolti negli interventi di traghettamento dalle coste nordafricane e quelle siciliane. Un flusso continuo che lascia prevedere che il record dei 170mila a fine anno verrà superato. Tutti coloro che guadagnano grazie al business dell'accoglienza si fregano le mani per questa impressionante mole di arrivi: ad oggi sono ben 167mila gli stranieri ospitati nei centri e nelle strutture temporanee a spese dei contribuenti.

Tra le regioni nelle quali vengono smistati i clandestini, in testa c'è la Lombardia (13%, pari a 22mila persone) seguita da Sicilia, Piemonte, Lazio, Veneto e Campania, tutte con l'8% (circa 13mila ospitati per ognuna). Tra le nazionalità dichiarate al momento dello sbarco prevalgono i nigeriani (20%), seguiti da eritrei (12%), guineani (7%) e gambiani (6%). Ingente, inoltre, anche il fenomeno dei minori non accompagnati, che hanno superato quota 20mila, contro i 12mila dell'intero 2015.

La Lega continua ad attaccare: "I geni della Nato, menti illuminate - dice il segretario Matteo Salvini - invece di schierare uomini e mezzi ai confini con la Russia, usino uomini e mezzi nel Mediterraneo per difenderci da un'invasione di clandestini senza precedenti. Se la Nato non farà nemmeno questo allora è proprio inutile continuare a farne parte e tanto vale uscirne". Opposto il parere del presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco. Non bisogna "credere - ha sostenuto - che costruendo dei reticolati o dei muri o interrompendo delle traversate si possa risolvere il fenomeno. Non si risolve niente, si acuiscono semmai i risentimenti e le povertà".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU