Ecco i dati ufficiali

Altro che profughi! Nove sbarcati su dieci sono clandestini, lo certifica il Viminale

Dall'inizio dell'anno, le Commissioni "hanno esaminato 64.756 istanze: lo status di rifugiato è stato riconosciuto solo a 5.567 richiedenti (poco meno del 9%)"

Redazione
Altro che profughi! Nove sbarcati su dieci sono clandestini, lo dice il Viminale

Clandestini in arrivo

Profughi? No: CLAN-DES-TI-NI, cioè persone entrate illegalmente nel nostro Paese, che non scappano da nessuna guerra: villeggianti a spese dei contribuenti italiani, che non riceveranno mai lo status di profughi perché non ne hanno diritto. A dirlo non è Salvini o qualche altro xenofobo, razzista, ecc... ma il Ministero dell'Interno che martedì ha diffuso i dati delle Commissioni territoriali per il diritto d'asilo. In pratica, oltre nove sbarcati su dieci andrebbero immediatamente respinti; meglio ancora, non si dovrebbe andare fino sulle coste libiche a caricarli sulle navi.

Dall'inizio dell'anno a oggi le commissioni "hanno esaminato 64.756 istanze: lo status di rifugiato è stato riconosciuto a 5.567 richiedenti (poco meno del 9%), la protezione sussidiaria a 5.862 (9%) e la protezione umanitaria a 15.928 (25%). I mancati riconoscimenti sono stati 33.579, pari al 52%". Lo ha reso noto Sandra Sarti, presidente della Commissione nazionale per il diritto d'asilo del ministero dell'Interno, nel prosieguo dell'audizione davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza, identificazione, espulsione e trattenimento dei migranti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU