Ferrara, il vice sindaco e “addetto alla cultura” colpito dal complesso del Duce!

Roby Guerra
Ferrara, il vice sindaco  e “addetto alla cultura” colpito dal complesso del Duce!
http://www.estense.com/?p=571930 http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/politica/spacciatori-polizia-ilaria-baraldi-1.2534622 *info Vi ricordate il buon vecchio Kossiga , etichettato infatti con l'inquietante K soviet stile dai compagni che sbagliavano o dagli untorelli furiosi nei famigerati anni '70/80? Prima come Ministro dell'Interno e poi nuovamente quando fu Presidente per le sue esternazioni antipolitica ante litteram e sempre dai compagni che continuavano a sbagliare, anche se ormai soprattutto con la sedicente Intellighenzia Rossa? Ebbene, noi piccoli parolai poeti anticomunisti e quindi per antonomasia in Italia... ignoranti, siamo oggettivi e sia nell'era di Berlinguer (che si schierò con Cossiga e contro gli estremisti) che del Cossiga presidente, certe forme di autorità razionale d'emergenza e le sparate di Externator... erano roba oggi da fare invidia alla miseria politica dilagante! Ormai da Roma in periferia la politica almeno della fu sinistra è degenerata in trash o porno politica o persino psicopolitica. “I politici sono matti” disse persino il fu decano della psicanalisi italiana, Cesare Musatti, in tempi non sospetti (riferendosi ad un certo De Mita); oppure, dialetticamente gli stessi Reich e Franco Fornari. Ebbene un sintomo conclamato di psicopolitica va segnalato proprio dalla Ferrara eterna rossa , un PD tardocomunista, dello stesso ministro Franceschini. Uno dei suoi pupilli è andato out, pare affetto dal complesso del duce, lo percepisce dappertutto, come spiegheremo. Ovvero, nell'anno 2016, quindi dopo quasi 2/3 di secolo dalla Resistenza e dalla fine del fascismo, un certo politico di vertice PD ferrarese in questione sta esternando con pericolosa china esponenziale, in questo caso non esternazioni creative alla Cossiga, ma proprio di natura extrapolitica. Il problema è che non si tratta di un semplice o oscuro consigliere ferrarese, ma del vice sindaco e assessore alla cultura M. Maisto! Noi siamo oggettivi, in politica dall'adolescenza e figlio d'arte, da giovane era anche realmente creativo contribuendo con inziative istituzionali sul cinema e la musica pop a svecchiare sul serio Ferrara città d'arte troppo legata a nostalgie estensi. Fu uno dei principali promotori originari del noto Ferrara Sotto le Stelle, festival di musica rock e contemporanea. Poi, via via sempre più involuto e da un felice anarchismo creativo da tempo si segnala ormai da qualche tempo come novello Berja in salsa ferrarese, di questo passo reinventerà la Gheffeu (licenza localistica, antica targa e diminutivo di Ferrara!). Bolla pubblicamente infatti ogni oppositore istituzionale e non solo di fascismo, è un irriducibile buonista e diversamente businessista pro migranti. Non solo i legittimi consiglieri o noti oppositori della Lega o Fratelli d'Italia o Forza Italia e magari anche grillini non simpatici: tutti fascisti, anche gruppuscoli minori magari nostalgici ma innocui (sui centri sociali rossi naturalmente neppure una sillaba balbuziente, anzi li foraggia come assessore....). Di più anche recentemente ha bandito quasi da Ferrara lo stesso Sgarbi che infatti lavora e fa arte e mostre e audience (che a Ferrara si sognano..) in mezzo mondo e in Italia altrove e se l'è presa persino con il fantasma di Italo Balbo. Balbo celebrato in tutto il mondo come trasvolatore, ma purtroppo per il vice sindaco di Ferrara (ma anche quasi tutta l'attardata intellighenzia mandarina ferrarese, lo stesso Baratelli art director dell'Istituto Gramsci) resta sempre e solo un fascista. In questi giorni ha preso di mira anche il Resto del Carlino di Ferrara, reo di deformare le sue neototalitarie esternazioni non creative, fascisti anche i giornalisti! Che dire, appunto, è stato colpito dal Complesso del Duce, quando non ha argomenti, non risponde dialetticamente ma segnala alla sua Gheffeu per ora solo immaginaria nella sua testa, tutti gli oppositori “tutti” neofascisti, rei di lesa maestà.... Come posseduto ancora dal simulacro fascismo-antifascismo. E da un lato fa ridere ormai tutta Europa, anche perchè l'analisi storica oggi condivisa, ovunque in Europa e anche in Usa (Balbo Avenue da molti decenni, tra altro e mostre varie, si segnala a Chicago), dopo De Felice, Nolte, Mosse, lo stesso insospettabile E. Gentile ecc. storici dell'arte, dell' architettura (e Tresigallo a pochi km anche da casa sua...) e persino del lavoro, segnala una interpretazione del fascismo storico stesso e di Mussolini un poco diversa e assai più complessa (anche positiva per intenderci), in parte assimilata anche nelle grandi città italiane, ma nelle eterne città rosse ancora.... viva baffone quasi! Dall'altro la cosa non è solo umoristica: Ferrara, dati Sole 24 Ore è la quart'ultima città produttiva in Italia! Ferrara cittò d'arte e turismo e dell'Unesco! Ai confini della realtà, anni duemila! E questo addetto alla cultura e vicesindaco (anziché andarsene in pensione baby volontaria, come diceva Battiato) appunto da un lato snobba eventi di grande audience potenziale come quelli proposti da Sgarbi stesso o quelli possibili ottimizzando Italo Balbo, ferrarese come Vittorio, con musei, mostre (già pronte e in giro nel mondo tranqillamente). Dall'altro potrebbe essere, secondo la vox populi e certa informazione, persino il futuro sindaco!! Ma resta una speranza... a forza di vedere e percepire fascisti ovunque, magari i suoi probabili elettori colorati, di cui oggi con l'intero PD è paladino, potrebbero poi restarci male. Quando, è prevedibile certa eziologia politica, visto il complesso del duce specifico, potrebbe fissarsi appunto sulle camicie nere naturali di certe etnie elettrici. Ferrara da metafisica diventerà diversamente patafisica? Altro che città d'arte e trasvolate 2.0 per Ferrara città volante del duemila come il PD proclamava!

Ferrara FE, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU