No alle New Town

Il sindaco: "Amatrice è da radere al suolo completamente e ricostruire uguale qui"

Il primo cittadino Sergio Pirozzi ha confermato come purtroppo non ci sia più nemmeno un edificio nel centro storico che sia possibile restaurare e salvare

Redazione
Il sindaco di Amatrice: "Il paese è da radere al suolo completamente e ricostruire"

Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice. Foto ANSA

"Amatrice è da radere al suolo completamente". Lo ha ammesso nella mattinata di venerdì 26 agosto il sindaco Sergio Pirozzi, che ha confermato come non ci sia più nessun edificio nel centro storico che sia possibile restaurare e salvare. A parte la chiesa romanica di S.Francesco, tutto il resto non c'è più. "Ma come ho già detto", ha ammesso Pirozzi, "vorremmo ricostruirlo nello stesso posto, magari con la stessa forma e con la stessa estetica". Triste la considerazione in merito alle esequie delle vittime: "Come e quando non lo so ancora, ma è scontato che i funerali si terranno qui ad Amatrice. Non c'è più neanche una chiesa, quindi si terranno all'aperto, ma dove e come ancora non lo sappiamo".

"Dopo il terremoto dell'Aquila facemmo venire i tecnici per verificare se la scossa, che qui si è sentita molto forte, avesse messo a repentaglio la stabilità dell'edificio. E la scuola è risultata a posto. Di più, nel 2013 qui ci fu un altro terremoto e altri rilievi tecnici. E per la stabilità della scuola io ricevetti addirittura i complimenti. Mentre per il liceo... nonostante non fosse di mia competenza io lottai perché i ragazzi non rientrassero in quella struttura pericolosa. E ora mi dovrebbero fare un monumento per quel container che può ospitare il centro operativo della protezione civile per i soccorsi perché è l'unica struttura rimasta agibile". Così il sindaco Pirozzi, in un'intervista al Corriere della Sera in cui afferma: "Ognuno si assumerà le eventuali responsabilità".

"Ci siamo costituiti parte civile per la vicenda della scuola crollata perché siamo parte lesa: se qualcuno ha imbrogliato, ha imbrogliato noi" dice riferendosi al crollo della scuola che era stata ristrutturata con le norme antisismiche nel 2012 dopo il terremoto dell'Aquila. Sulla ricostruzione, "Amatrice era uno dei borghi più belli d'Italia e così deve tornare. Io rivoglio la città com'era. Il modello sarà quello del Friuli, non delle New town. Meglio aspettare un po' di più nelle tende ma riavere l'Amatrice disegnata da Cola Filotesio", dichiara il Primo Cittadino. "I soccorsi sono stati straordinari. Abbiamo avuto prove di affetto dagli amici e da tutto il mondo. Siamo montanari. Di fronte alle difficoltà noi ci rimettiamo in marcia. Ce la dobbiamo fare. Amatrice risorgerà".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Investì clandestino con lo scooter, morto
lo scontro in una zona buia di ventimiglia

Investì clandestino con lo scooter, morto

Castelvetrano: rubano il rame in casa del nipote del boss
è parente del latitante Matteo Messina Denaro

Castelvetrano: rubano il rame in casa del nipote del boss

Politici spiati: salta fuori una "lettera per il Papa"
nuovi dettagli su Giulio Occhionero

Politici spiati: salta fuori una "lettera per il Papa"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU