Altro che le "porte aperte" della Merkel...

Germania, frontiere blindate "finché non verranno protetti i confini esterni dell'Ue"

La Baviera decide di proseguire a tempo indeterminato i controlli al valico con l'Austria: gli amministratori locali fanno l'opposto di quanto dice la Cancelliera

Redazione
Germania, frontiere blindate "finché non verranno protetti i confini esterni dell'Ue"

Foto ANSA

Nonostante un calo negli arrivi di immigrati, la Baviera ha deciso che proseguirà almeno fino alla fine del 2017 i controlli al valico di Kufsteinal, al confine con l'Austria. Ad annunciarlo è stato il ministro degli Interni bavarese Joachim Herrmann, il quale mercoledì ha sottolineato che "la fine dei controlli al momento non può essere programmata". Mentre la cancelliera Merkel continua a propagandare l'accoglienza e le "porte aperte", accodandosi alle critiche e alle richieste di sanzioni contro quei governi che osano difendere i confini e proteggere i propri cittadini dall'invasione, gli amministratori tedeschi che si trovano a dover risolvere i problemi sul territorio fanno esattamente il contrario di quanto lei va predicando.

"Se noi terminassimo i controlli, sarebbe un segnale per tutto il mondo che la Germania è nuovamente aperta - ha aggiunto Herrmann -. I controlli alle frontiere dovranno essere mantenuti fino a quando non esisterà un'efficace protezione dei confini esterni dell'Unione Europea". Da gennaio sono circa 4.500 i clandestini che sono stati fermati alla frontiera di Kufstein. Le autorità austriache stanno ultimando in località Brennersee, a pochi chilometri dal confine con l'Italia, i lavori per approntare un binario della ferrovia dedicato ai controlli sui treni. Già lo scorso anno su autostrada e statale, l'Austria ha eretto delle costruzioni per essere eventualmente pronta ad istituire il blocco del confine con barriere e posti di controllo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi
salvati, han ringraziato a pugni

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU