Altro che le "porte aperte" della Merkel...

Germania, frontiere blindate "finché non verranno protetti i confini esterni dell'Ue"

La Baviera decide di proseguire a tempo indeterminato i controlli al valico con l'Austria: gli amministratori locali fanno l'opposto di quanto dice la Cancelliera

Redazione
Germania, frontiere blindate "finché non verranno protetti i confini esterni dell'Ue"

Foto ANSA

Nonostante un calo negli arrivi di immigrati, la Baviera ha deciso che proseguirà almeno fino alla fine del 2017 i controlli al valico di Kufsteinal, al confine con l'Austria. Ad annunciarlo è stato il ministro degli Interni bavarese Joachim Herrmann, il quale mercoledì ha sottolineato che "la fine dei controlli al momento non può essere programmata". Mentre la cancelliera Merkel continua a propagandare l'accoglienza e le "porte aperte", accodandosi alle critiche e alle richieste di sanzioni contro quei governi che osano difendere i confini e proteggere i propri cittadini dall'invasione, gli amministratori tedeschi che si trovano a dover risolvere i problemi sul territorio fanno esattamente il contrario di quanto lei va predicando.

"Se noi terminassimo i controlli, sarebbe un segnale per tutto il mondo che la Germania è nuovamente aperta - ha aggiunto Herrmann -. I controlli alle frontiere dovranno essere mantenuti fino a quando non esisterà un'efficace protezione dei confini esterni dell'Unione Europea". Da gennaio sono circa 4.500 i clandestini che sono stati fermati alla frontiera di Kufstein. Le autorità austriache stanno ultimando in località Brennersee, a pochi chilometri dal confine con l'Italia, i lavori per approntare un binario della ferrovia dedicato ai controlli sui treni. Già lo scorso anno su autostrada e statale, l'Austria ha eretto delle costruzioni per essere eventualmente pronta ad istituire il blocco del confine con barriere e posti di controllo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire
"non si può stare col capo coperto"

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire
"non si può stare col capo coperto"

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU