L'aggressione a Sarezzo

Chiede il biglietto: autista del bus massacrato da straniero nel Bresciano

L'immigrato, dopo aver sputato per terra e insultato gli altri passeggeri, alla richiesta del conducente di esibire il biglietto ha risposto con testate e pugni

Redazione
Chiede il biglietto: autista del bus massacrato da uno straniero nel Bresciano

Bus della Sia da Brescia a San Colombano

La sua colpa? Aver svolto il proprio lavoro, chiedendo il biglietto ad uno straniero che era salito sull'autobus che stava guidando. È così che Sergio Ognibene, conducente di un bus di linea della società Sia sulla tratta Brescia - San Colombano si è ritrovato giovedì sera con un occhio tumefatto e sette punti di sutura sul sopracciglio. Non avrebbe nemmeno dovuto farla, quella corsa, ma aveva cambiato il proprio turno con quello di un collega che gli aveva chiesto un favore. L'incubo è iniziato alla fermata di Ponte Zanano, frazione di Sarezzo, quando a bordo del mezzo pubblico è salito un giovane straniero.

Da subito il ragazzo avrebbe assunto un atteggiamento ben poco educato, sputando per terra e iniziando a insultare gli altri passeggeri dopo essersi seduto. A quel punto il conducente, accortosi di questo comportamento ancora prima di ripartire, si è alzato raggiungendo l'immigrato e chiedendogli di esibire il biglietto. Il ragazzo però ha risposto cercando di colpire l'uomo con una testata. L'autista ha quindi cercato di far scendere lo straniero dal bus, rimediando però una serie di pugni al volto. Gli altri passeggeri sono intervenuti, ma l'aggressore si è allontanato di corsa facendo perdere le proprie tracce.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU