errore umano o guasto tecnico?

Aereo russo, Mosca smentisce ancora: nessun attentato

Il ministro dei Trasporti, Maxim Sokolov, dopo avere accreditato la tesi dell'attentato, ha reso noto oggi che quelle più probabili al momento sono l'errore del pilota o un fallo tecnico

Redazione
Aereo russo, Mosca smentisce ancora: nessun attentato

La Russia osserva una giornata di lutto nazionale all'indomani dello schianto dell'aereo militare sul Mar Nero con 92 persone a bordo tra cui il coro dell'Armata Rossa che si dirigeva in Siria per festeggiare l'inizio del nuovo anno con le truppe in loco. Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato una giornata d lutto "su tutto il territorio della Russia" e ha chiesto "un'attenta indagine" per determinare le cause del disastro. Secondo le agenzie russe, sono allo studio tutte le possibili ipotesi, ma il ministro dei Trasporti, Maxim Sokolov, dopo avere accreditato la tesi dell'attentato, ha reso noto oggi che quelle più probabili al momento sono l'errore del pilota o un fallo tecnico.


Anche l'agenzia Ria, citando una fonte della sicurezza non identificata, ha scritto che dai dati preliminari risulta che l'aereo si sia schiantato a causa di un malfunzionamento tecnico. Le scatole nere non sono state ancora trovate e le squadre di emergenza hanno lavorato tutta la notte per individuare nel Mar Nero, al largo di Sochi, i detriti. Più di 3.000 persone, tra cui 100 sommozzatori, attrezzati con equipaggiamento idroacustico, sono arrivati da tutta la Russia e sono impegnati nella ricerche insieme a 32 navi e diversi elicotteri.


Nella zona del disastro, a circa 6 chilometri dalla costa, vengono utilizzati anche droni e sommergibili e potenti fari in modo da poter lavorare anche quando calerà la luce del giorno. Primi frammenti sono stati trovati a circa 1,5 chilometri dalla costa e nella serata di domenica le squadre di soccorso avevano recuperato 11 corpi e anche alcuni frammenti di salme. E intanto sui social vengono pubblicate le foto di amici e parenti che vanno a depositare fiori davanti le abitazioni dei cantanti rimasti uccisi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU