L'Italia del Pd

I terremotati abbandonati al gelo sotto la neve, i 'profughi' al caldo negli hotel

Consegnate poche casette, che non reggono le temperature rigide. Ancora 1.200 famiglie accampate in camper e roulotte. Solo Salvini si ricorda che esistono

Redazione
'Profughi' al caldo negli hotel, terremotati abbandonati al gelo sotto la neve

'Profughi' e terremotati

Mentre migliaia di immigrati clandestini, richiedenti asilo e presunti profughi sono ospitati a spese degli italiani in hotel e strutture di accoglienza, al caldo e con ogni comfort, ad Amatrice, Accumoli e negli altri centri colpiti dal sisma i terremotati sono costretti a sopravvivere al gelo, molti ancora dentro tende e roulotte mentre i più fortunati dentro le poche casette finora consegnate, che però non sono state progettate per resistere a temperature rigide come quelle di questi giorni. Il Comune di Amatrice ha diffuso questo avviso: "Le nuove urbanizzazioni non sono ancora state testate per climi molto rigidi. Raccomandiamo ai cittadini di non spegnere i riscaldamenti e di lasciare sempre acqua circolante negli impianti per evitare il congelamento delle tubature. Le coibentazioni recentemente effettuate sulle Sae servono per evitare inconvenienti di questo tipo".

Grossi problemi si erano verificati già ai primi freddi, con l'esplosione delle tubature e la necessità di rafforzare le coibentazioni dei moduli abitativi. Allertati anche gli uomini dell'Ares 118, che non se la passano certo meglio in quanto anche la loro sede non è altro che un container, non adatto a sopportare il gelo e la neve. Con le temperature scese sotto zero, anche loro sono costretti ad accendere le stufette di fortuna perché i termoconvettori installati non ce la fanno a svolgere il loro compito e si bloccano di continuo. La situazione è drammatica soprattutto per gli anziani, molti dei quali a causa dei problemi economici, non sono in grado di potersi garantire il riscaldamento e rischiano di non farcela a sopravvivere. Un anno e mezzo dopo il terremoto, sono solo 50 le case tornate abitabili. Sono 1.200 le famiglie ancora accampate in camper e roulotte.

L'unico politico che continua a parlare di loro è Matteo Salvini, il quale anche lunedì nel corso della trasmissione televisiva Uno Mattina su Rai Uno ha ricordato i terremotati "che dopo anni sono ancora senza casa, senza negozio e senza stalle", oltre agli esodati e i disoccupati. "Sto raccogliendo in giro per l'Italia l'affetto e la fiducia di tanta gente che non ha mai votato Lega. L'impegno è così grande che non basta applicare la Legge, il Vangelo dice che gli ultimi saranno i primi, io vorrei guidare un Paese dove non ci sono ultimi" ha spiegato il candidato premier leghista. "Gli ultimi sono in tutto il mondo" ha aggiunto. "Però vorrei guidare un Paese che non costringe migliaia di ragazzi a scappare dall'Africa su un barcone, perché li aiutiamo là costruendo scuole, strade e ospedali, e soprattutto non si dimentica degli italiani in difficoltà".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sequesta bus carico di bambini, il video allucinante
Olanda: populisti primo partito Senato
Spoglio voti al 98,5%, partito Baudet verso 13 seggi, 12 a Rutte

Olanda: populisti primo partito in Senato

Fotonotizia / La Sinistra torna all'attacco: e sfotte Salvini ammiccando a Greta
il capitano ritratto come la giovane attivista svedese

Fotonotizia / La Sinistra torna all'attacco: e sfotte Salvini ammiccando a Greta

Lo accusò di spese pazze: Renzi in Tribunale
è stato ascoltato durante il processo

Lo accusò di spese pazze: Renzi in Tribunale


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU