Attività illecite

Mafia: sequestrati a Bari beni per 8 milioni a un imprenditore delle slot machine

Già condannato nel 2003 per associazione a delinquere ed estorsione, l'uomo imponeva ai commercianti locali la presenza nei locali dei suoi apparecchi

Redazione
Mafia: sequestrati a Bari beni per 8 milioni a un imprenditore delle slot machine

Foto ANSA

Nelle prime ore dell'alba di sabato è scattata un'operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Bari che hanno eseguito una confisca di beni per un valore di 8 milioni di euro, su ordine del Tribunale. Applicando la normativa antimafia, i militari hanno sequestrato una società immobiliare, un'attività che si occupa di ristorazione, una ditta che gestisce servizi di portierato, un importante fabbricato ubicato nella zona industriale della città, dodici automezzi, sei disponibilità finanziarie e due aziende (una a Bari e l'altra a Lanciano) di produzione e commercializzazione di slot machine, il tutto direttamente e indirettamente riconducibile a un 70enne barese pregiudicato.

Le indagini hanno consentito di dimostrare che il patrimonio accumulato dall'imprenditore, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, è stato realizzato attraverso il reimpiego di proventi derivanti da attività illecite; in particolare è stato dimostrato che l'uomo, dopo che nel 2003 era stato condannato per associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni, poiché aveva imposto a molti commercianti la fornitura degli apparati tecnici da gioco elettronico, era riuscito a riproporsi nel tessuto economico del capoluogo pugliese attraverso la costituzione e la gestione di altre società. L'anno scorso furono sequestrati beni per 50 milioni di euro, sempre nei confronti di un imprenditore del settore delle slot machine.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU