Disastro sociale di Renzi e del PD

Famiglie? Metà non arriva a fine mese. Giovani? Uno su dieci torna a casa dei genitori

Il rapporto Eurispes fotografa un'Italia allo sbando, piegata da una crisi aggravata dal malgoverno di questi anni. Al Nord il 20% dei ragazzi è costretto a tornare sotto il tetto di mamma per gli stipendi bassi. E un nucleo familiare su due non riesce a far quadrare i conti

Redazione
Famiglie? Metà non arriva a fine mese. Giovani? Uno su dieci torna a casa dei genitori

Foto ANSA

Il Paese governato dal PD negli ultimi 4 anni, 6 anni considerando il governo Monti sostenuto dai piddini, è il Paese dove aumenta la sofferenza delle famiglie: una su due non riesce ad arrivare alla fine del mese. E dei giovani che non ce la fanno. Che non hanno un lavoro. O che se ce l’hanno è sottopagato o precario, comunque insufficiente per costruire una vita decorosa e mantenere una famiglia.

Dunque in molti sono costretti a tornare a vivere con mamma e papà. Un’umiliazione frustrante che riguarda un giovane su dieci, secondo l’Eurispes: "Molti hanno dovuto mettere in atto strategie anti-crisi come tornare a casa dai genitori (13,8%)", o "in quella dei suoceri", si legge nel Rapporto Italia 2017. Il fenomeno colpisce soprattutto il Nord, dove costo della vita è vergognosamente alto. E gli stipendi vergognosamente bassi: "il Nord-Ovest mantiene la percentuale più alta anche rispetto alla necessità di tornare a vivere con la propria famiglia o con la famiglia del coniuge (19,5%), seguito dalle Isole (14,2%); mentre la quota più bassa si registra al Centro (9,4%)".

Non c’è solo il dramma del “ritorno forzato” da mamma e papà. Il dossier racconta che i giovani in difficoltà economica, per sopravvivere, hanno bisogno dell’aiuto dei loro genitori. "il 32,6% del campione analizzato ha dovuto ricorrere al sostegno economico della famiglia d'origine", mentre "il 23% del campione analizzato ha dovuto affidare la cura dei figli ai nonni e alle nonne per poter evitare il costo della babysitter".

Inoltre uno su 4 si sente povero, a causa di stipendi e contratti di lavoro che non consentono di vivere con serenità. "Circa una persona su quattro afferma di sentirsi 'abbastanza' (21,2%) e 'molto' (3%) povero".

Angosciante anche il fatto che per metà delle famiglie a fine mese i conti non quadrino. "Quasi la metà delle famiglie non riesce a far quadrare i conti", specificando che "il 48,3% non riesce ad arrivare alla fine del mese”, con un incremento "di circa un punto percentuale rispetto all'anno scorso, dove si registrava un 47,2%". Dunque "il 44,9% per arrivarvi è costretto a utilizzare i propri risparmi".

In questo contesto risparmiare diventa una chimera: “le rate del mutuo per la casa sono un problema nel 28,5% dei casi, mentre per il 42,1% di chi è in affitto lo è pagare il canone. Il 25,6% delle famiglie ha inoltre difficoltà a far fronte alle spese mediche". Un disastro sociale targato Renzi e PD.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè
Avanti, in Italia ci sono soldi per tutti

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè

Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala
quel test invalsi che non piace ai buonisti

Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU