La suora: filmavano e predicavano in arabo

Hollande allo sband! Già arrestato ma girava libero, così il jihadista ha potuto macellare padre Jacques

La polizia: uno degli attentatori era in libertà col braccialetto elettronico. Entrambi sarebbero già noti alle forze dell'ordine

Redazione
Già arrestato come jihadista ma girava libero, così ha potuto macellare padre Jacques

Il prete trucidato dai terroristi (Afp) e il presidente Hollande (Ansa)

Secondo quanto riportato dal quotidiano francese Le Figaro, uno degli jihadisti responsabili dell'attentato di stamane nella chiesa di Saint-Étienne-du Rouvray, in Normandia, avrebbe scontato un anno di prigione dopo aver tentato di arruolarsi nell'Isis nel 2015. Si tratta dell'ennesima clamorosa dimostrazione di incapacità rimediata dall'intelligence francese, ma alcuni sospettano addirittura una complicità pilotata da ambienti governativi, come dimostrerebbero le bugie e la richiesta di distruzione delle prove della strage di Nizza riferite da più parti. Il governo è nella bufera e Hollande cerca di arrampicarsi sugli specchi per salvare la faccia del premier Valls.

Intanto una delle spettatrici della carneficina, suor Danielle, ha raccontato la sequenza dell'orrore: i terroristi islamici "si sono filmati" durante la barbarie, e "hanno fatto una sorta di sermone in arabo, vicino all'altare. È stato orribile". Una sorta di rituale di macellazione per "infedeli". Prima di sgozzare padre Jacques, 84 anni - riferisce anche la religiosa - gli jihadisti l'hanno obbligato "a mettersi in ginocchio, lui ha cercato di difendersi e lì è cominciato il dramma". 

Uno dei due terroristi, entrambi nati a Rouen, agli inquirenti francesi risultava essere un "velleitario della jihad", ossia un fanatico con ambizioni radicali ma senza un'effettiva capacità di realizzarle. Nel 2015 aveva provato ad arruolarsi nella jihad in Siria ma era stato fermato e arrestato alla frontiera turca. Il 22 marzo scorso gli è stata concessa la libertà vigilata con il braccialetto elettronico, in attesa di essere processato per legami con il terrorismo. Gli era consentito uscire di casa ogni giorno a orari predefiniti: dalle 8.30 alle 12.30, proprio l'arco di tempo nel quale si è consumato l'attacco alla chiesa.

La Tribune de Géneve riporta che l'altro terrorista, 19enne, era stato arrestato il 14 maggio dello scorso anno all'aeroporto di Ginevra, dopo essere stato respinto dalla Turchia. "A.K. - scrive il giornale - aveva tentato per due volte di entrare in Siria, una prima volta via Monaco, senza successo, poi attraverso Ginevra. Rinchiuso per qualche giorno nella prigione di Champ-Dollon, era poi stato estradato verso la Francia". I due durante l'attacco hanno gridato "Allah Akbar". La suora sfuggita all'aggressione ha raccontato che si sarebbero filmati mentre erano in chiesa e avrebbero fatto "una specie di sermone in arabo intorno all'altare. È stato orribile".

Un vicino di casa di uno dei terroristi ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa: "È un coglione. Ha tolto la vita a gente che non c'entrava niente con le sue storie. Era arrabbiato perché voleva andare in Siria e lo hanno fermato, voleva vendicarsi per essere stato in prigione. Poteva vendicarsi in prigione invece di fare una cosa cosi nel quartiere". Il ragazzo parla coi cronisti ma chiede di non scrivere il suo nome: "Hanno provato ad andare in Siria, lui e il fratello - racconta - hanno truccato i documenti, li hanno scambiati, ma lui è stato fermato e rimandato indietro, era furioso. Il fratello però è passato, sta là adesso". "Si si è lì, si addestra - racconta un altro vicino - dicono che mandi anche foto dal campo in Siria".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU