Dopo 4 anni e 3 governi

Finalmente! "Girone può tornare a casa" (ma non grazie all'Italia)

Il marò arriverà in Italia nei prossimi giorni. Esecutivo l'ordine del Tribunale dell'Aja di farlo rientrare per la durata del procedimento arbitrale. Salvini: sono strafelice per lui e per la sua famiglia

Redazione
La Corte Suprema indiana: "Girone può tornare a casa"

Il marò Salvatore Girone. Foto ANSA

Salvatore Girone tornerà in Italia. La Corte Suprema di New Delhi ha accettato di rendere immediatamente esecutivo l'ordine del Tribunale arbitrale internazionale dell'Aja che ha stabilito che il fuciliere di Marina Salvatore Girone potrà rientrare in Italia per tutta la durata del procedimento arbitrale, almeno fino all'arrivo di un verdetto sulla giurisdizione del caso, a patto che "non cerchi di influenzare i testimoni o distruggere prove che potrebbero essere utili al processo". Lo ha deciso una "sezione feriale" della Corte: all'inizio della seduta i legali del marò hanno letto l'ordine firmato il 29 aprile dai giudici del Tribunale dell'Aja in cui si disponeva la modifica delle condizioni della libertà provvisoria di Girone e il suo rimpatrio provvisorio. Si chiedeva inoltre che Italia ed India cooperassero per rendere effettiva la decisione attraverso la Corte Suprema indiana.

L'avvocato Suhail Dutt ha ricordato le condizioni che il governo italiano era pronto ad accettare per il rientro del militare (tra cui alcune garanzie, la firma periodica presso la polizia, divieto di lasciare il territorio nazionale, lettera di garanzia firmata dall’ambasciatore e rapporto trimestrale alle autorità indiane). È intervenuto quindi per il governo indiano l’Additional Sollicitor General, P.S. Narasimha, il quale ha sottolineato che nell'ordine dell'Aja si precisa che "i due Fucilieri di Marina italiani rimangono sotto l'autorità della Corte Suprema indiana" e che "questo sarà così anche durante la loro permanenza in Italia". Il magistrato indiano ha elencato comunque altre quattro condizioni aggiuntive, contenute in un'istanza, con l'accettazione delle quali "l'India appoggia la richiesta italiana sulla base di considerazioni umanitarie".

Girone "potrebbe partire già nei prossimi giorni" dice all'Ansa l'avvocato Diljeet Titus, che guida il team legale indiano. "Già oggi depositeremo alla Corte un nuovo undertaking (garanzia scritta firmata dall'ambasciatore a nome del governo italiano) e poi domani avvieremo le pratiche per il rimpatrio". Le procedure prevedono in particolare che i legali del marò si rechino all'Ufficio per la registrazione degli Stranieri (Frro) per chiedere il permesso di residenza e il visto in uscita. Il governo indiano dovrà quindi informare le autorità aeroportuali di New Delhi (Migrazioni e Polizia) della decisione che autorizza l'espatrio di Girone.

Esprime soddisfazione, ma con amarezza per i tempi di questo incubo, Matteo Salvini con un post sulla sua pagina Facebook: "Anche se ci sono voluti 4 anni, 3 inutili governi, centinaia di manifestazioni e un decisivo intervento straniero, il Marò Salvatore Girone torna a casa: sono strafelice, per lui e per la sua famiglia!"

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU