l'india ha dovuto cedere

Il marò Girone torna a casa, ma non per merito di Renzi

Un rientro simbolico, il 2 giugno, come operazione propagandistica in campagna elettorale

Francesco Vozza
Il marò Girone torna a casa, ma non per merito di Renzi

Foto ANSA

La Corte suprema indiana ha disposto che Salvatore Girone possa finalmente rientrare in Italia: alla fine, dunque, l’India si è inevitabilmente arresa alle indicazioni perentorie del tribunale internazionale dell’Aja, che aveva ordinato a New Delhi di far tornare a casa il nostro fuciliere di Marina. Da lì in poi, però, Renzi, sapendo benissimo che gli indiani non si sarebbero più potuti opporre al rientro del marò in Italia, ha studiato efficacemente un modo per trasformare questa vergognosa vicenda, che si è giocata sulle spalle dei nostri due soldati, in un nuovo successo del governo. Non solo. Girone, infatti, rientrerà certamente entro la giornata simbolo del 2 giugno (festa della Repubblica), durante la quale Renzi ha già annunciato con un tweet che il fuciliere sarà “con noi”.


Così, l’operazione propagandistica è servita: il governo si attribuisce meriti che non ha assolutamente ed, in più, trasforma il rientro del soldato italiano in un nuovo show mediatico per ribadire che questo è l’unico governo che “fa le cose”. Il tutto, ovviamente, sta avvenendo nel pieno della campagna elettorale per le amministrative, a ridosso del giorno del votazioni. Non importa se qualcuno non ci crederà e non importa nemmeno che sia semplice intuire che i governi italiani non c’entrino assolutamente niente nella positiva (anche se temporanea) conclusione di questa vicenda; importa soltanto che qualche altro cittadino si convinca erroneamente che l’unico che “fa cose” è Renzi. Anche se, nella sostanza, non ha mai fatto nulla per nessuno, tranne che per sé stesso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Governo all'unisono: "Alitalia deve rimanere italiana"
Russia, Salvini non esclude il veto dell'Italia sulle sanzioni dell'Ue
"extrema ratio, vogliamo convincere partner con le buone"

Russia, Salvini non esclude il veto dell'Italia sulle sanzioni dell'Ue

Dl dignità, Fico: "Complotto? Ci credo"
"boeri? è presidente dell'Inps, parlerà con Conte"

Dl dignità, Fico: "Complotto? Ci credo"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU