Ipotesi inquietante

Austria, i conti non tornano: irregolarità nelle elezioni presidenziali?

Affluenze miracolose ben oltre il 100%, spogli a urne aperte, schede per corrispondenza lievitate durante le notte: verifiche in corso

Redazione
Austria, i conti non tornano: irregolarità nelle elezioni presidenziali?

Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen e il candidato dell'FPÖ Norbert Hofer

Si fanno sempre più concrete le ipotesi di brogli nelle recenti elezioni presidenziali austriache: il giornale Kronen Zeitung riferisce infatti di numerosi errori del computer utilizzato per il conteggio, tutti a favore di Van der Bellen. Nel collegio "Waidhofen an der Ybbs" c'è stata una miracolosa affluenza del 146,9%: 13.262 coloro che si sarebbero recati alle urne, contro i soli 9.026 che avrebbero potuto partecipare alla consultazione elettorale. In quattro collegi della Carinzia, invece, il conteggio sarebbe iniziato prima dell'orario di chiusura dei seggi. Nella città di Linz, l'affluenza alle urne nel caso di voto "per conto terzi" è stata addirittura del 598%: si tratta di persone malate che danno la procura ad altre per votare al posto loro; anziché i 3.518 votanti registrati, ne sono stati contati ben 21.060 e anche in questo caso, naturalmente, ha vinto Van der Bellen staccando Hofer di 8.500 schede.

La miracolosa affluenza del 146,9% nel collegio "Waidhofen an der Ybbs"
La miracolosa affluenza del 146,9% nel collegio "Waidhofen an der Ybbs"

Spulciando i dati delle elezioni austriache si trovano numerosi esempi di "miracoli" come segnalato, oltre che dal Kronen Zeitung, anche da Marcello Foa sul suo blog e da Mauro Bottarelli sul Sussidiario, il quale evidenzia come il numero dei votanti dall'estero sia lievitato di 20mila schede in una notte: il presidente della Commissione elettorale ha dichiarato che ne erano state consegnate 740.000, stimando che quelle valide sarebbero state 700.000 (circa il 6% di schede nulle). Al mattino però, erano diventate 760.000, tutte valide; in totale 60.000 schede in più.

A Linz, 21.000 votanti su 3.600 aventi diritto al voto "per conto terzi"
A Linz, 21.060 votanti su 3.518 aventi diritto al voto "per conto terzi"

In tutte le elezioni è normale che vi siano schede annullate, per vari motivi, principalmente a causa di errori da parte degli elettori. Di solito il numero delle schede nulle non varia molto da candidato a candidato, invece in questa occasione si sono avute circa 100.000 preferenze annullate per Hofer e solo 64.000 per Van der Bellen. Una strana differenza di quasi 36mila schede, che avrebbero consentito a Hofer di vincere nonostante i voti postali misteriosamente lievitati nel corso della notte. Prendendo in considerazione solo alcuni dei casi esaminati, che non saranno certo gli unici, Van der Bellen ha battuto Hofer per 8.500 preferenze a Linz, 700 nel collegio di Waidhofen e se ne potrebbero ipotizzare almeno 20mila dei miracolosi 60mila in più per corrispondenza: fanno ben 29.200 voti non chiari in più per il candidato ecologista, che alla fine ha vinto con 31mila schede di scarto. Senza contare il mistero delle 36mila nulle di differenza.

100mila preferenze annullate ad Hofer, solo 64mila a Van der Bellen
100.582 preferenze annullate ad Hofer, solo 64.630 a Van der Bellen

Un'altra stranezza, riportata dal quotidiano austriaco, è che domenica sera, prima che venisse effettuato il conteggio dei voti per corrispondenza avvenuto solo lunedì, il sito del ministero dell'interno pubblicava già la percentuale, esatta al decimale, ottenuta dai due candidati alla fine dei conteggi, che tra l'altro non si sono potuti seguire in diretta a causa di una non meglio specificata anomalia all'unico server utilizzato per conteggiare le schede. Proprio il ministero dell'interno è stato costretto ad accogliere la richiesta dell'FPÖ, il partito di Norbert Hofer, ordinando alla procura della Repubblica un ulteriore controllo sulle presunte irregolarità nelle operazioni di spoglio dei voti per corrispondenza. Il sospetto, inquietante, è che gli austriaci abbiano in realtà eletto il presidente che ufficialmente ha perso.

Anche il ministero dell'interno certifica l'affluenza miracolosa
Anche il ministero dell'interno certifica l'affluenza miracolosa

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU