referendum, l'82% ha detto sì

L'Irlanda vuole il divorzio facile

Il governo si è impegnato a ridurre a due anni il tempo della separazione prima della richiesta del divorzio

Redazione
L'Irlanda vuole il divorzio facile

L'Irlanda ha votato a stragrande maggioranza per una legislazione più morbida sul divorzio, che fino a oggi era la più restrittiva in Europa. In base ai risultati ufficiali, l'82% degli votanti al referendum che si e' tenuto in concomitanza con le elezioni europee (che avrebbero visto un successo degli europeisti) ha votato per la rimozione di quella norma che obbliga marito e moglie a vivere separati per ben quattro anni prima di vedere il proprio matrimonio dissolversi anche dal punto di vista formale.

Il governo si è impegnato a ridurre a due anni il tempo della separazione prima della richiesta del divorzio. La vittoria del 'sì', porterà inoltre al riconoscimento dei divorzi ottenuti fuori dal Paese. La scelta degli irlandesi è un altro colpo inferto all'architettura costituzionale e sociale cattolica, un anno dopo il referendum con cui si legalizzò l'aborto, e solo nel 1995 gli irlandesi si erano conquistati per un soffio il diritto al divorzio (la maggioranza è del 50,3%). A ottobre scorso fu spazzato via un ridicolo divieto costituzionale sulla blasfemia, ed è previsto un nuovo referendum in merito a un articolo della Costituzione che fa riferimento alla "donna che vive in casa". 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin
Tradotto in italiano il film sulla “Grande fame” in Ucraina

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin

"Trump? Mi violentò in un camerino"
ricostruzione surreale e sospetta

"Trump? Mi violentò in un camerino"

Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!
Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!

L’arcivescovo Michel Aupetit: “Abbiamo vergogna della fede dei nostri avi?”

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

Albania, terra di martiri…
Ernest Simoni, il sacerdote mai arreso al comunismo

Albania, terra di martiri…


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU