se un merlo ha più buon senso degli italiani...

Ngopp u cazz...E vince corona (virus)

Nonostante appelli e divieti, troppi sconsiderati continuano ad assembrarsi. Peggio, ti passano accanto anche quando le strade sono sgombre o le code distanziate, quasi che si fosse esaurito lo spazio vitale

Redazione
Ngopp u cazz...E vince corona (virus)

Bokken, la spada di legno del samurai. Si fa per scherzare, ma...

Niente, non c'è verso. Glielo potete dire in tutte le salse, in tv, mettendo in pista gli influencers e le starlette, gli attori e i calciatori, sparando pubblicità allarmanti a gogò e sottotitoli, interrompendo i film con un Conte addolorato che scimmiotta Il discorso del re, ma gli italiani non la intendono di tenere le distanze per non favorire il contagio da coronavirus. In fila al supermarket o in farmacia, per le strade e sui marciapiedi, non c'è niente da fare: da tutt'Italia ci arrivano segnalazioni di persone che se ne stanno per i fatti propri, a debita distanza, costrette a fare lo slalom fra i caparbi che a tutti i costi, e spesso senza mascherina, debbono passarti accanto, quasi  sfiorarti, come se non ci fosse altro spazio (vitale) ove passare. Insomma, come dicono a Napoli, devono starti "ngopp u cazz", sulla punta del cazzo, a tutti i costi.

E corona, il virus, se la ride. Perché il contagio non si diffonde con le stronzate che ci stanno spacciando i social in queste ore (suole delle scarpe, zampe di cani e gatti e quant'altro) ma con le goccioline di saliva di chi ti passa accanto sputacchiando mentre parla, o starnutendo, o leccandosi le dita per poi appoggiarti - a che pro? Già ti vedo e già mi stai sulle palle - le mani addosso.


Niente: non la capiscono, nonostante i divieti, le minacce di multe e le ammende (segnalazione sulla fedina penale) anti-assembramento e gli accorati appelli di un premier, Conte, che sembra uscito da una telenovela brasiliana, Il Decreto. Persino un merlo che abbiamo incrociato ritornando dall'assembramento davanti alla farmacia, quando ci ha visto si è spostato. Camminando lentamente ma decisamente. Ha più senno di molti italiani. Che fare, a questo punto? Verrebbe voglia di dotare tutti gli italiani di buon senso (il 60%, quelli che restano a casa, a scapito di quel 40 che va in giro a cazzeggiare fingendo di fare sport - l'Italia si riscopre sportiva come ai tempi del Fascio - o la spesa) di bokken, la spada di legno che usavano i samurai per allenarsi alla scherma. Se la puntate verso l'invadente di turno ha la giusta misura (di distanza) di un metro. E se il caparbio non la dovesse capire, quattro sante legnate farebbero il resto. Il buon senso inculcato in punta di bastone...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"
meloni: "il regime pensa di intimorirci"

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"
meloni: "il regime pensa di intimorirci"

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"

I kompagni imbrattano la sede della Lega di Cremona
la strana democrazia della sinistra estrema

I kompagni imbrattano la sede della Lega di Cremona


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU