Mentre la Boschi specula sui malati di tumore

Ilva, il governo cancella i 50 milioni di euro promessi per curare i bambini di Taranto

Il sottosegretario De Vincenti aveva annunciato una deroga, ma nella manovra non ve n'è traccia. Possibile ritorsione per il "No" di Emiliano al referendum

Redazione
Ilva, il governo cancella 50 milioni promessi per curare i bambini di Taranto

Contestazioni contro Renzi a Taranto. Foto ANSA

Mancette per tutti nella legge di bilancio, per cercare di comprarsi qualche voto a favore della riforma costituzionale, ma proprio mente il ministro Boschi continua a speculare sui malati di tumore inventandosi inesistenti vantaggi per loro dal sì al referendum, ecco che scompaiono invece dalla manovra i fondi promessi a chi di quei soldi avrebbe probabilmente davvero bisogno. "Non c'era più il via libera di Palazzo Chigi": questa la risposta data dal ministero dell'Economia al presidente della commissione bilancio, in merito ai 50 milioni promessi ai tarantini per curare i malati avvelenati dall'Ilva di Taranto, in gran parte bambini.

I fondi per finanziare l'assunzione di medici, l'acquisto di attrezzature sanitarie e le riconversioni ospedaliere in deroga al decreto ministeriale 70, così da poter fronteggiare l'emergenza sanitaria, erano stati promessi dal sottosegretario Claudio De Vincenti e dal ministro Beatrice Lorenzin per rispondere a quel +26% di ricoveri di bambini e ragazzi fino a 14 anni nei quartieri più vicini all'impianto siderurgico. Per il segretario regionale del Pd Marco Lacarra il no alla deroga è "sconcertante" mentre il segretario dem del capoluogo jonico, Costanzo Carrieri, ha dichiarato: "Sospendo le iniziative a sostegno del Sì al referendum".

La decisione ha provocato numerose reazioni all'interno del Pd pugliese, che appare spaccato più che mai e in rotta di collisione con Matteo Renzi. Il presidente della regione, Michele Emiliano, è infuriato ed ha affidato a Facebook il suo pensiero: "Da anni la città subisce un inquinamento di Stato. Occorre curare i malati e disinnescare la fonte di inquinamento. Due cose che passano entrambe, purtroppo, da decisioni del Governo". Francesco Boccia ha dichiarato: "Temo che qualcuno abbia confuso le vicende politiche con gli interessi di una comunità. Non si fa" ipotizzando una ritorsione contro Emiliano, schierato per il No al referendum.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Si finge medico, abusa di una donna
a PORTO SANT'ELPIDIO nelle marche

Si finge medico, abusa di una donna

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU