altro che italia, a berna hanno le p***e!

Svizzera: il capo dei musulmani sotto inchiesta per propaganda jihadista

Qui lo avrebbero liberato con tanto di scuse da parte delle massime autorità dello Stato. Oltre confine invece non scherzano e torchiano gli islamici che in un video in Siria dicono che...

Redazione
Svizzera: il capo dei musulmani sotto inchiesta per propaganda jihadista

La procura federale svizzera ha aperto un'inchiesta per sospetta azione di propaganda a favore di gruppi jihadisti contro il capo della comunità musulmana, Nicolas Blancho (lo stesso che durante un dibattito alla TSR aveva detto che "picchiare le donne è un diritto dell'uomo" e che tale atto, facendo parte della "libertà religiosa, non necessitava di alcuna giustificazione"). La notizia è stata resa nota sabato dalla procura generale di Berna. Decisione bollata come "un'iniziativa politica" dalla comunità musulmana elvetica. La procura svizzera aveva aperto l'inchiesta lo scorso dicembre indagando inizialmente uno dei membri del consiglio della comunità musulmana, Naim Cherni, di nazionalità tedesca, per aver violato la legge che proibisce contatti con organizzazioni "come al-Qaeda o Isis".


Secondo i pm Cherni ha creato un video "di propaganda" con immagini da un suo viaggio in Siria "senza aver preso le distanze dalle attività qaediste" nel Paese. Video visto su Youtube, con il marchio della comunità, visto oltre 100.000 volte L'inchiesta si è allargata sabato fino a coinvolgere il leader dell'organizzazione Blancho e il portavoce, Qaasim Illi. Nel video Cherni aveva, tra l'altro, intervistato un leader del gruppo terrorista Jaysh al-Fath ("Esercito della conquista") che includeva sotto la sua sigla gli ex qaedisti del fronte al Nusra, oggi conosciuti come Fatah al-Sham.


L'accusato ha sostenuto che il suo era un documentario e non un film di propaganda; Blancho ha commentato la notizia del suo coinvolgimento nell'inchiesta sostenendo di non vedere l'ora di aver l'opportunità di difendere in tribunale i musulmani "da questo atto di bullismo politico".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU