Tensione durante l'evacuazione

Calais, i clandestini danno fuoco alla "giungla" e prendono a sassate i pompieri

Gli incendi sono stati appiccati nella zona dei negozi abusivi che erano stati allestiti all'entrata del campo. Sono esplose almeno due bombole di gas

Redazione
Calais, i clandestini danno fuoco alla "giungla" e poi prendono a sassate i pompieri

Intervento dei pompieri a Calais. Foto ANSA

Vari incendi sono stati appiccati nella "giungla" di Calais durante la notte tra martedì 25 e mercoledì 26 ottobre, dai clandestini che non vogliono abbandonare l'immenso accampamento abusivo. Nonostante l'ostilità degli occupanti, l'evacuazione e lo smantellamento di tende e baracche dall'area portuale della città francese sulla Manica prosegue. Un immigrato è stato leggermente ferito e ricoverato in ospedale durante gli scontri, mentre le autorità locali hanno mobilitato i vigili del fuoco. Già a marzo, durante lo sgombero di un'area del campo, si erano verificati incendi.

Le fiamme sono comparse nella serata di martedì, ma si sono "intensificate tra mezzanotte mezza e le tre del mattino, nella zona dei negozi abusivi che erano stati allestiti all'entrata del campo" ha reso noto la prefettura. Sono esplose almeno due bombole di gas e l'area nelle immediate vicinanze è stata evacuata. I pompieri sono riusciti a domare gli incendi, ma sono stati presi a sassate dai clandestini e hanno dovuto intervenire sotto protezione delle forze dell'ordine.

Le autorità francesi hanno cominciato lunedì, tra mille difficoltà e in un clima molto ostile, lo sgombero della più grande bidonville di Francia, che ospitava tra i seimila e gli ottomila immigrati che si erano accampati a Calais in attesa di trovare un modo per varcare la Manica e raggiungere la Gran Bretagna. Numerosi gli assalti ai camion e alle auto che transitavano in direzione nord , così come le violenze e le aggressioni all'interno del campo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Trans al Cie di Brindisi, è allarme stupro
Mit: "evidenti rischi di violenze"

Trans al Cie di Brindisi, è allarme stupro

Questa nave costa 341mila euro al mese. Per farci invadere.
Organizzazioni Non Governative ma col portafoglio

Questa nave costa 341mila euro al mese. Per farci invadere


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU