Terrorizzati dall'immigrazione fuori controllo

Pugno in faccia a Renzi, Boldrini ed eurofanatici: gli italiani vogliono la chiusura delle frontiere

Secondo un sondaggio di Ilvo Diamanti, pubblicato dal quotidiano "La Repubblica", l'83% è a favore di più controlli nell'area Schengen. E la fiducia nella UE crolla ai minimi storici (27%)

Redazione
Pugno in faccia a Renzi e Boldrini: gli italiani vogliono la chiusura delle frontiere

Ripristinare i controlli alle frontiere, senza se e senza ma. Questo emerge dal sondaggio Demos di Ilvo Diamanti, pubblicato oggi in grande evidenza dal quotidiano "La Repubblica": ben l'83% degli intervistati ritiene che serva limitare la libera circolazione delle persone prevista dal trattato di Schengen. Tra questi, addirittura quasi la metà (48%) chiede l'abolizione tout-court di Schengen, mentre un 35% vorrebbe il ripristino dei controlli tra i confini dei Paesi comunitari solo in circostanze particolari.

Tra i più favorevoli alla stretta vi sono gli elettori di Lega (72%) e Forza Italia (65%), ma anche la metà degli elettori del Movimento Cinquestelle è per la linea dura. Più "tolleranti", come prevedibile, gli elettori di sinistra, per i quali comunque si registra una percentuale significativa di favorevoli (38% sia per coloro che si dichiarano sostenitori del Pd, sia per quelli di Sel e degli altri partiti della "sinistra-sinistra").

Prosegue, come rilevato da altri istituti demoscopici, il crollo inarrestabile della fiducia nell'Unione Europea: nei primi anni 2000 gli italiani erano i più accesi sostenitori dell'Europa unita, oggi - massacrati dalla moneta unica e da direttive idiote - solo un misero 27% si dichiara filo-UE. La classifica in base alla collocazione politica, vede gli elettori del Pd tra i più euro-entusiasti (anche se comunque sotto la soglia psicologica del 50%), mentre all'estremo opposto solo il 9% degli elettori leghisti esprime fiducia, e sono più europeisti, seppure nella fascia bassa del consenso, i sostenitori del M5S (20%) rispetto a quelli di FI (18%). 



Quali sono le principali ragioni di questo orientamento così netto dell'opinione pubblica italiana? Ilvo Diamanti non ha dubbi: "Il timore suscitato dagli immigrati. L'arrivo e la presenza di stranieri", che però non rinuncia alla consueta "stoccata" ai populisti: "Ma quando (le frontiere) diventano muri ci impediscono di guardare lontano. Alimentano solo la nostra in-sicurezza. Non alleviano le nostre paure. Ma rafforzano solo gli imprenditori politici delle paure". Deviazione tipica del piccato opinionista di sinistra che, anziché guardare la luna, indica il dito. Come se la causa del problema fossero coloro che in Europa denunciano e combattono gli effetti nefasti dell'immigrazione senza controllo, trasformatasi in vera e propria invasione - da Matteo Salvini a Marine Le Pen, da Geert Wilders a Heinz-Christian Strache, fino a Frauke Petry -, e non invece i governi del vecchio establishment che non sono in grado di controllarla.

Si preannunciano tempi duri per i vecchi partiti europei, c'è voglia di "populismo" perché emerge fortissimo da parte dei popoli il desiderio di riprendere il controllo della situazione, contro il fallimento epocale di Popolari e Socialisti, euro-esaltati fuori tempo massimo


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU