gli ex di cameron contro il primo ministro

Londra: fuoco amico sulla May. "Era pro-Brexit"

La premier accusata d'aver disertato, se non sabotato, la campagna referendaria pro-Ue. E sui clandestini si scopre che per due volte invitò Cameron a chiuedere le frontiere. Invano

Alfredo Lissoni
Londra: fuoco amico sulla May. "Era pro-Brexit"

Foto ANSA

Rancoroso botta e risposta a colpi di rivelazioni e di corrispondenza messa in piazza fra lo staff di Theresa May e alcune 'gole profonde' dell'entourage del suo predecessore, David Cameron, sulla Brexit. La premier, accusata nei giorni scorsi a mezzo stampa d'aver disertato, se non sabotato, la campagna referendaria pro-Ue, nega tutto. E lunedì fa trapelare alcune lettere soprattutto per respingere il sospetto di aver a suo tempo alleggerito - mentre era ministro dell'Interno - la sua posizione in materia d'immigrazione.

L'attacco è partito da Craig Oliver, ex braccio destro per la comunicazione di Cameron, che in un libro sulla 'storia della Brexit' anticipato domenica dal Mail ha raccontato come l'ex premier si sia sentito "tradito" dalla May (all'epoca ministro dell'Interno) avendole chiesto ben "13 volte" di dimostrare in pubblico la dichiarata posizione pro-Ue e avendo ottenuto un solo intervento, peraltro tiepido. Una modo di fare ambiguo che Oliver giudica frutto di calcolo politico e che di fatto avrebbe permesso all'attuale inquilina di Downing Street di essere "l'unica a rimanere in piedi" quando l'esito del referendum ha innescato la caduta degli altri leader Tory.


Poi è stata la volta del Times che ha citato altri collaboratori di Cameron stando ai quali l'ex primo ministro avrebbe proposto a suo tempo anche di rivendicare con Bruxelles il 'diritto' della Gran Bretagna a imporre in caso di necessità un "freno di emergenza" sul flusso dei migranti Ue verso l'isola, per dimostrare fermezza sul dossier e togliere un argomento ai 'brexiters'.


Ma sarebbe stato fermato dalla stessa May e dal ministro degli Esteri (oggi cancelliere dello Scacchiere) Philip Hammond, con il suggerimento di non irritare Angela Merkel. Tanto che Cameron si sarebbe poi sfogato accusando i due di "non avere fegato". A questo punto è arrivata tuttavia una replica diretta, con la diffusione da parte di Downing Street (definita "insolita" dalla Bbc) di corrispondenza riservata interna al precedente governo da cui risulta che fu May a chiedere 2 volte a Cameron, a fine 2014 e nel 2015, di sollecitare il freno di emergenza sulla immigrazione entro i confini europei. Invano. E che fu invece Cameron a proseguire nella disastrosa politica delle "porte aperte".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU