Obiettivo sostituzione etnica

Docente islamista vomita odio contro istituzioni, forze dell'ordine e giornalisti

Nel centro islamico di Verona il professor Allievi invita i musulmani a invadere le istituzioni e definisce "sporche carogne" chiunque non la pensi come lui

Ismaele Rognoni
L'islamologo Stefano Allievi

Lo scorso 21 agosto, all'interno del centro islamico di Verona, è stato organizzato un incontro aventi come ospiti l'islamologo Stefano Allievi, docente dell'Università di Padova e membro del Consiglio per le Relazioni con l'islami italiano presieduto da Alfano, e Saad Eddin al-Osmani, ex Ministro degli Affari Esteri del Marocco e vicino all'ideologia estremista diffusa dai Fratelli Musulmani. Allievi ha vomitato odio nei confronti della politica e delle forze armate definendole "istituzioni deludenti" e ha apostrofato i giornalisti che non si allineano al suo pensiero estremista come "sporche carogne".

Ha anche esortato i giovani islamici a "fare lo sforzo di entrare in queste istituzioni deludenti. È giusto che gli esponenti musulmani vadano nelle trasmissioni televisive, devono essere preparati". Essi devono conoscere molto bene l'italiano per non cadere nei tranelli preparati dai conduttori delle trasmissioni. Insomma, servono dei rappresentanti dell'Islam che sappiano parlare bene per intortare i telespettatori che, caro Allievi, stupidi non sono e non si fanno fregare da certi comportanti oscurantisti riguardo al terrore che il terrorismo islamico sta spargendo in tutto il mondo e dalle parole irresponsabili da parte di colui che dovrebbe mantenere rapporti diplomatici tra l'Islam e l'Italia.

Ovviamente queste dure parole hanno suscitato clamore ed indignazione in parte del mondo politico. Roberto Calderoli, Senatore della Lega Nord, ha commentato in questo modo: "Vorrei capire a cosa serva un organismo consultivo come il Consiglio per le Relazioni con l'Islam italiano, presieduto dal Ministro degli Interni Angelino Alfano, se a farne parte sono personaggi come l'islamologo e docente Stefano Allievi, direttore del Master sull'islam in Europa dell'Università di Padova, che gira per le moschee invitando i giovani musulmani ad infiltrarsi nelle nostre istituzioni, incluse le forze dell'ordine e le forze armate, e accusando i giornalisti italiani di essere delle sporche carogne perchè criticano l'islam di casa nostra. Se tutti i componenti di questa consulta sono della risma di questo islamologo stiamo veramente freschi... Ma Alfano almeno conosce i componenti di questo organismo?".

I trascorsi imbarazzanti dell'islamologo sono numerosi come quando durante la campagna elettorale per le elezioni comunali di Milano aveva sostenuto apertamente la candidata al consiglio comunale del PD Sumaya Abdel Qader (la cui madre aveva dichiarato, su Facebook, di approvare il jihad), che è moglie di Abdallah Kabakebbji che ha definito Israele "un errore storico, una truffa". Ambedue erano presenti al convegno veronese, insieme all'ex esponente dei giovani musulmani Chaima Fatihi, che aveva apostrofato Israele come "un cancro" e dichiarato che la Francia si era cercata la serie di violenze a causa "della sua laicità liberticida ed opprimente".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate
Dati choc dell'università Milano-Bicocca. Il maggior numero tra le egiziane

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate

Gli sms per il terremoto? Sperperati in opere inutili
la denuncia del sindaco di amatrice

Gli sms per il terremoto? Sperperati in opere inutili

Molesta ragazzino, arrestato nel Reggiano
beccato accanto all'oratorio

Palpeggia ragazzino, arrestato nel Reggiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU