Toscana, discriminazioni targate PD

Nisini: "I profughi distribuiti nelle famiglie? Razzismo nei confronti degli italiani"

L'assessore leghista alle Pari Opportunità del comune di Arezzo chiede alla Regione di includere nel progetto gli italiani in difficoltà: "In piena emergenza abitativa, alle famiglie toscane bisognose è stata negata questa possibilità. È ingiusto e discriminatorio"

Marco Dozio
Nisini: "I profughi distribuiti nelle famiglie? Razzismo nei confronti degli italiani"

Composizione grafica del "Populista" con foto ANSA

Una questione di pari opportunità. Offrire agli italiani poveri quantomeno le stesse opportunità offerte agli stranieri. Per esempio quella di essere “accolti” in una famiglia, attraverso una sovvenzione pagata dal contribuente. Come accade per i “profughi”. La Regione Toscana, governata dal PD, a luglio ha attivato un progetto per smistare gli immigrati presso le famiglie toscane, mettendo a disposizione un numero istituzionale per raccogliere adesioni. Tiziana Nisini, assessore leghista alle Pari Opportunità del comune di Arezzo, già fautrice di un regolamento sulle case popolari che ha cancellato i meccanismi di favore per gli stranieri, spiega come l’iniziativa del PD sia discriminatoria nei confronti degli italiani: "Di fronte ad una situazione economica come quella attuale e all’emergenza sociale che riguarda tantissime famiglie italiane presenti all'interno dei comuni della Toscana, riteniamo inaccettabile e discriminatorio nei confronti di quest'ultime, in piena emergenza abitativa, istituire un servizio del genere che viene coadiuvato dall'intera macchina regionale, escludendole a priori”.

Nisini, in una nota diramata insieme all’assessore leghista al comune di Cascina Edoardo Ziello, chiede alla Regione di includere nel progetto anche i cittadini italiani lasciati soli a se stessi: “Considerato che le stesse famiglie escluse sono quelle che in passato hanno contribuito a costruire l'attuale sistema di welfare, chiediamo all'assessore regionale Bugli di estendere tale servizio di ospitalità anche a loro, in quanto riteniamo moralmente ingiusto l'atteggiamento della Regione Toscana nei confronti dei propri connazionali che hanno, parafrasando l'intervento del nostro Segretario Federale, Matteo Salvini, soltanto "la sfiga di essere cittadini italiani". Spesso noi leghisti veniamo tacciati di razzismo da parte delle forze politiche di sinistra, ma siamo noi che a gran voce accusiamo il progetto immigrazionista e terzomondista di essere razzista nei confronti degli ormai plurivessati cittadini italiani".

Il gruppo della Lega in Toscana ha preparato un’interrogazione firmata dal consigliere Jacopo Alberti, con l’obiettivo di chiedere al governatore Rossi, appunto, pari opportunità per gli italiani che vivono situazioni difficili. Da chiarire anche altri aspetti della vicenda, in particolare economici, tutt’altro che secondari: “Ci risultano poco chiare le coperture finanziarie di questa iniziativa, ad esempio se esiste una percentuale che introita l'ente ad ogni assegnazione di migranti nei vari alloggi messi a disposizione dalle ancor poche famiglie toscane aderenti e soprattutto come verranno ripartite le risorse tra le famiglie accoglienti e le cooperative locali. Noi davamo per scontato che un progetto di tale portata umanitaria e sociale venisse inteso prioritariamente per i tanti cittadini italiani in condizioni di povertà. E invece come al solito le nostre speranze sono state mal riposte".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU