EMERGENZA MIGRANTI

Dietro-front svedese. I migranti? Meglio negli alberghi italiani

Stoccolma dopo il ripristino dei controlli alle frontiere, rivede al ribasso il numero dei richiedenti asilo

Fabio Montoli
Dietrofront svedese. I migranti preferiscono lasciarli negli alberghi italiani

Foto ANSA

Gli slanci di affetto verso il nostro Paese sembrano essere ormai all'ordine del giorno

La Svezia, che è stato il primo Paese ad accogliere i profughi ricollocati, con un gesto ammirevole di solidarietà e riconoscenza, fa dietro front rispetto all'accordato programma di accoglienza dei 140.000 richiedenti asilo, che rimarranno così inevitabilmente negli alberghi e nei centri accoglienza della nostra penisola. Un sentore nell'aria, in effetti, c'era.

A gennaio di quest'anno la Svezia ha dichiarato che controllerà con più attenzione il passaggio di persone alle frontiere per ragioni di "sicurezza e ordine pubblico".

L'obiettivo è senza dubbio quello di ridurre il flusso dei richiedenti asilo, mettendo però ulteriormente in discussione il futuro del già traballante sistema Schengen.

Saranno le tensioni sul fronte di episodi di violenza legate ai migranti, sarà il calo del consenso popolare dovuto ad un eccessiva accoglienza, fatto sta che poco dopo arriva anche la notizia che 80.000 migranti saranno espulsi e rimpatriati con voli charter.

Dei festeggiamenti e delle acclamate vittorie del Ministro Alfano per la partenza, lo scorso ottobre, dei 19 eritrei dall'Italia con destinazione Svezia, rimane poco più di qualche foto notizia sui motori di ricerca. Rimangono invece, ed è una certezza, centinaia di migliaia di richiedenti asilo negli hotel italiani, che probabilmente non partiranno mai per le coste del baltico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Tre Ong danno forfait: troppo difficile non fare i traghetti
Erano abituati a raccogliere immigrati sulle coste libiche, la solfa è cambiata

Tre Ong danno forfait: troppo difficile non fare i traghetti

Ufficiale: 100mila clandestini nel 2016. Il Governo nasconde l'invasione
dati terrificanti e scientificamente occultati

Ufficiale: 100mila clandestini nel 2016. Il Governo nasconde l'invasione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU