IL COMPLOTTO GLOBALISTA

La Basilicata come laboratorio della sostituzione etnica: vogliono riempirla di migranti

Nella regione del Sud Italia è stato lanciato il progetto "We are the people", attraverso il quale si intende promuovere una gigantesca e pianificata invasione di immigrati

Francesco Vozza
La Basilicata come laboratorio della sostituzione etnica: vogliono riempirla di migranti

Si chiama "We are the people" ed è un progetto, presentato dalle più alte cariche della Basilicata, che mira a riempire di orde di immigrati l'intera regione del Sud Italia. L'ispiratore di questa follia è il governatore Marcello Pittella, che ovviamente è del PD, assieme ad un'altra serie di personaggi alquanto inquietanti come Naguib SawirisRawya Mansour, due oscuri signori facenti parte dei cosiddetti poteri forti e fermamente convinti della bontà del progetto mondialista. Ciò che queste persone vorrebbero fare è una sorta di "esperimento": partono dall'assunto che la Basilicata, essendo poco popolosa, possa diventare un "laboratorio" per capire cosa succederebbe nel caso in cui venissero importati migliaia e migliaia di migranti in grado di eguagliare se non addirittura di superare il numero degli italiani.

A cosa miri davvero il progetto "We are the people" non è difficile comprenderlo: importare questo gigantesco numero di stranieri in una sola regione servirà a preparare la grande sostituzione etnica degli autoctoni, cioè noi, con gli invasori. Uno scenario che potrebbe sembrare catastrofistico, irrealistico e persino assurdo, ma che garantirebbe ai poteri forti moltissimi nuovi lavoratori a basso costo, i migranti, e distruggerebbe definitivamente l'identità etnica degli italiani. A denunciare tutto questo è stato Magdi Cristiano Allam, che da anni si batte contro l'invasione islamica e il delirio globalista della sinistra. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Il prete vuole gli immigrati? Basta offerte in chiesa!"
la protesta di un imprenditore trevigiano

"Il prete vuole gli immigrati? Basta offerte in chiesa!"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU