pianti radical-chic

La Boldrini contro i populisti: "Non mi rassegno alla Ue in bufera"

Nuove bordate della presidenta della Camera contro chi invoca la liberazione dei popoli sudditi e schiavi degli euroburocrati. E invoca i Padri Fondatori della Ue (che si staranno rigirando nella tomba)

Redazione
La Boldrini contro i populisti: "Non mi rassegno alla Ue in bufera"

Foto ANSA

A momenti piange, Laura Boldrini, nel constatare l'avanzata dei populisti (un danno per lei, che rischia la rottamazione, una gioia per i popoli liberati) nel corso di una cerimonia alla Sala della Lupa a Roma. Dimenticando che la volontà del popolo è sovrana, la presidenta ha così esordito: "Non mi rassegno a chi vuol demolire la casa comune europea. So bene che la bufera non si placa da sola, passerà solo se saremo in grado di rilanciare subito il progetto europeo ascoltando di più le richieste dei cittadini". Quei cittadini che sono stati vessati e martoriati proprio da quella Ue di cui la Boldrini ora tesse le lodi.


La presidente della Camera, presentando la relazione finale del Comitato dei saggi da lei promosso sullo stato e le prospettive dell'Unione Europea, ha aggiunto: "Personalmente non ho alcuna intenzione di rassegnarmi a vedere l'Unione cadere sotto i colpi che le assestano populisti e nazionalisti. Non ho alcuna intenzione di rassegnarmi all'immobilismo o a piccoli aggiustamenti, nella speranza che prima o poi la bufera si plachi. Questo è il regalo più grande che finora è stato fatto a chi vuole disgregare l'Europa". Mai analisi politica fu più lontana dalla realtà. L'avanzata dei populisti è la diretta conseguenza del fallimento della politica élitaria e lobbista dell'Europa delle Banche, che adesso si vede franare il terreno sotto i piedi. Ma tant'è.


"La bufera", ha concluso la Boldrini, "non passerà da sola. La bufera passerà se sapremo riportare il sereno. Se sapremo quindi rilanciare il progetto europeo, più fedele ai princìpi e ai valori ai quali si ispirarono i Padri fondatori e più attento alla voce dei suoi cittadini, del suo popolo". Se ne è accorta adesso, fuori tempo massimo? E da che pulpito, poi; quello della classe politica che non ha certo contribuito a liberare i popoli ma li ha resi schiavi mani e piedi del "pareggio di bilancio", del cambio svantaggioso dell'euro, del debito internazionale, della perdita di sovranità monetaria...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Esclusivo / Salvini in Israele. Navon: "Populisti? Sì grazie"
dal nostro corrispondente max ferrari

Esclusivo / Israele accoglie Salvini

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini
ma la chiesa si occupa di anime o di far politica?

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini

"I militari non possono non essere sovranisti"
Il Generale Marco Bertolini striglia la politica

"I militari non possono non essere sovranisti"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU