MONDO AL CONTRARIO

Video su illegalità in quartiere in mano agli immigrati, archiviazione per Candiani e Cantarella

Erano stati denunciati dai kompagni catanesi per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di istigazione razziale, etnica e religiosi

Redazione
Video su illegalità in quartiere in mano agli immigrati, archiviazione per Candiani e Cantarella

L'assessore catanese Fabio Cantarella e il sen. Stefano Candiani durante il sopralluogo nel quartiere dello spaccio

Si erano "permessi" di documentare con un video in diretta sui social quello che era sotto gli occhi di tutti, a due passi dalla movida cittadina: l'illegalità diffusa all'interno di San Berillo, un quartiere catanese ormai abitato esclusivamente da extracomunitari. Una zona nota alle cronache per i blitz antidroga delle forze dell'ordine. Per questo motivo il senatore Stefano Candiani, ai tempi sottosegretario all'Interno, e l'assessore catanese alla Sicurezza Fabio Cantarella erano stati denunciati dalla sinistra per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di istigazione razziale, etnica e religiosi.

Incredibile ma vero, un fascicolo aperto e un'inchiesta protrattasi per un anno e mezzo a carico dei due esponenti della Lega per i quali adesso la Procura di Catania ha chiesto l'archiviazione perché "il fatto non sussiste o comunque non costituisce reato". Il magistrato ha invece stralciato la posizione di quattordici indagati per lo stesso reato tra coloro che hanno commentato da diverse città italiane il video con frasi, queste sì da censurare, che nulla centravano con l'attività amministrativa dei due esponenti della Lega volta a denunciare l'illegalità e il degrado del quartiere. 

"Nel nostro video - ha commentato l'assessore leghista Fabio Cantarella - non c'era alcuna istigazione né parole di odio, ma c'era la rappresentazione plastica di quello che vedevamo e che era sotto gli occhi di tutti: un quartiere a rischio illegalità diffusa. Giusto invece procedere contro chi ha postato commenti odiosi e che istigano al razzismo. E' una decisione che condividiamo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Se a Milano le Sardine stanno con Sala...
alla fine gettano la maschera

Se a Milano le Sardine stanno con Sala...


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU