ispirati dal diavolo

L'Isis adesso uccide anche i disabili. In video l'esecuzione di 5 giornalisti

In un video diffuso in rete, l'esecuzione di cinque attivisti media siriani. Per ognuno una modalità diversa di uccisione: dalla decapitazione allo strangolamento, per finire con scosse elettriche

Redazione
L'Isis adesso uccide anche i disabili. In video l'esecuzione di 5 giornalisti

Nuovo orrore targato Stato Islamico. In un video diffuso in rete che mostra l'esecuzione di cinque attivisti media siriani, i boia della jihad globale riservano a ciascuna vittima, tra cui anche un disabile, una modalità diversa di uccisione: dalla decapitazione allo strangolamento, per finire con scosse elettriche. Il filmato, intitolato "Ispirati dal Diavolo" e prodotto dalla "Provincia Deir el-Zor" del Califfato (Nord-Est della Siria) è stato ripreso dalla tv satellitare al-Arabiya.


Il video inizia con la recita di versi coranici seguita dalla comparsa di cinque attivisti siriani, tutti impiegati nel settore dei media, che parlano del loro lavoro. Poi, come da copione, si passa all'esecuzione. Oltre ai diversi modi con cui vengono uccise le vittime, un'altra peculiarità è che contro i cinque, tutti dichiaratamente oppositori del regime del presidente Bashar al Assad, non viene pronunciato nessun capo d'accusa: unica colpa delle vittime pare sia quella di avere fatto domande ad abitanti locali su cosa pensassero della presenza di combattenti stranieri nelle file dell'Isis.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU