Integrazione impossibile

Niente lezione di nuoto? Cittadinanza svizzera rifiutata a ragazze musulmane

Il Consiglio comunale di Basilea ha negato la naturalizzazione a due studentesse islamiche di 12 e 14 anni: "Sono venute meno agli obblighi scolastici"

Redazione
Niente lezione di nuoto? Cittadinanza svizzera rifiutata a due ragazze musulmane

Una musulmana mostra il burkini, costume integrale. Foto ANSA

Due ragazze di fede musulmana residenti a Basilea si sono rifiutate, per motivi religiosi, di partecipare alle lezioni di nuoto e alle passeggiate scolastiche, probabilmente per evitare di dover condividere tali esperienze con gli alunni di sesso maschile. La radio elvetica SRF ha spiegato che la vicenda risale allo scorso anno, ma è diventata di dominio pubblico solo recentemente. In seguito a questa scelta il Consiglio comunale della città, la terza per popolazione della Svizzera con i suoi 170mila abitanti, ha rifiutato la domanda di naturalizzazione delle due ragazze.

"Con il loro rifiuto, le due ragazze sono venute meno agli obblighi scolastici", ha sostenuto il presidente della Commissione naturalizzazioni del Comune di Basilea Stefan Wehrle. "Chi viene meno ai propri obblighi scolastici infrange la legge - ha ricordato Wehrle - Per questo motivo abbiamo rigettato la loro richiesta". Si tratta della prima volta che a Basilea viene respinta una richiesta di naturalizzazione, ma Wehrle è convinto delle ragioni della Commissione. Il Tribunale federale, infatti, ha confermato che la lezione di nuoto rientra negli obblighi scolastici degli alunni.

Come accaduto lo scorso maggio a Therwil, nel cantone di Basilea Campagna, quando due studenti siriani di fede musulmana, fratello e sorella di 14 e 15 anni, si sono rifiutati di stringere la mano alle professoresse e ai professori per ragioni religiose, la stessa cosa è successa a Basilea con le le due ragazze, che si sono rifiutate di stringere la mano alla loro insegnante. Wehrle però chiarisce che non è stato questo l'elemento che ha determinato la decisione di rifIutare la richiesta di naturalizzazione: "Cruciale è stato il rifiuto di partecipare alle lezioni. Stringere la mano ai docenti non fa parte degli obblighi scolastici, ma ovviamente resta un indicatore importante per capire se una persona vuole integrarsi o meno".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU