Rapina di famiglia

Arrestati padre, madre e figlio, più un quarto complice

Rapinarono una gioielleria nel messinese, ferendo l’anziano titolare di 73 anni. Il colpo fruttò ben settanta mila euro

Fabio Cantarella
Arrestati padre, madre e figlio, più un quarto complice

Rapina di famiglia a Messina. Un intero nucleo familiare, composto da padre, madre e figlio di 16 anni, è accusato di aver rapinato una gioielleria a Saponara in provincia Messina lo scorso aprile.

Dopo mesi di indagini, ieri i militari dell’Arma li hanno tratti in arresto insieme ad un quarto complice.

La rapina fruttò un bottino di ben settanta euro. Sono tutti accusati di rapina e lesioni perché durante il colpo venne ferito il titolare della gioielleria, Elio Appierto, di 73 anni.

In carcere sono stati portati Arcangelo Seminatore, 52 anni e Antonino Genovese, 41 anni, mentre la moglie di quest'ultimo Annarita Cattareggia, 33 anni è finita ai domiciliari e il figlio 16enne è stato condotto all'istituto minorile di Acireale.

Il capofamiglia ha puntato l'arma contro il titolare e gli impiegati della gioielleria e poi ha colpito con la pistola in  testa il gioielliere. Prima di darsi alla fuga i banditi hanno preso l'hard disk del sistema di videosorveglianza. Fondamentale per l'indagine, l'analisi incrociata sui filmati dei sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali e i tabulati telefonici degli indagati, nonché la comparazione delle impronte digitali lasciate dai malviventi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Re Giorgio: "Pago di tasca mia"
La replica di Napolitano alle polemiche sulle sue vacanze

Re Giorgio: "Pago di tasca mia"

La bufala delle pensioni pagateci dagli immigrati
Quei Boeri indigesti per l'Italia...

La bufala delle pensioni pagate dagli immigrati

Bossetti: "Poteva essere mia figlia"
Atteso a Brescia il verdetto

Bossetti: "Yara? Poteva essere mia figlia"

Monza, abusi sessuali in un centro massaggi
Vittime 4 ragazzine in stage

Monza, abusi sessuali in un centro massaggi

Palermo, boss mafioso come faraone, in bara pistola e sigarette. Lo rivela un pentito
SI TRATTA DEL KILLER AGOSTINO BADALAMENTI

Palermo, boss mafioso come faraone, in bara pistola e sigarette


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU