Germania nel terrore

L'attentatore di Ansbach combattente in Siria e in Iraq con al-Qaeda e Isis

Il profugo siriano esploso all'ingresso di un concerto aveva pianificato per mesi l'attacco. Il ministro dell'interno bavarese ipotizza che avesse dei complici

Redazione
L'attentatore di Ansbach aveva combattuto in Siria e in Iraq con al Qaida e Isis

Mohammed Delel. Da telegraph.co.uk

Al Nabaa, il magazine settimanale online dell'Isis, scrive che Mohammed Delel, il profugo siriano che ha compiuto l'attentato suicida ad Ansbach, aveva combattuto sia in Iraq che in Siria, con i rami locali di al-Qaeda e dell'Isis, prima di arrivare in Germania due anni fa. L'attentatore avrebbe pianificato per mesi l'attacco, secondo quanto scrive il magazine. Una volta, stando alla stessa fonte, sarebbe anche riuscito a nascondere un ordigno esplosivo nel suo alloggio per poco tempo, prima di un raid della polizia. Il ministro dell'interno della Baviera, Joachim Herrmann, ha dal canto suo reso noto che Delel al momento dell'esplosione aveva con sé un rotolo di banconote da 50 euro e questo potrebbe significare che non aveva davvero intenzione di farsi esplodere, ma più probabilmente di innescare l'ordigno a distanza, magari con il cellulare.

Herrmann, a margine di una riunione di governo, ha detto che l'attentatore di Ansbach "era in contatto immediato con qualcuno che ha ha avuto una forte influenza sull'attentato", ipotizzando quindi che avesse uno o più complici. La Bild riporta che i profugo aveva più volte espresso intenzioni suicide nei colloqui con i medici, pubblicando i rapporti e referti del 27enne siriano. In una perizia - richiesta per evitare l'espulsione in Bulgaria - le sue manie erano venute alla luce, scrive il quotidiano tedesco, e ai medici era apparso chiaro il rischio di suicidio: "C'è da credere che Delel sia capace di mettere in atto il suo suicidio in maniera spettacolare, dopo la morte della moglie e del figlio di 6 mesi non ha più nulla da perdere", si legge in un passo del rapporto citato dalla Bild chiedendosi come mai nessuno abbia pensato di tenere il profugo sotto controllo. Dal 4 al 15 gennaio 2015 Delel venne ricoverato all'ospedale di Ansbach, ubriaco e con diversi tagli al braccio sinistro. In un rapporto dell'11 febbraio si rilevava che il paziente soffriva di "una grave depressione unita a duraturi intenti suicidi".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU