emergenza lavoro

La Cisl dice basta al precariato

"Con quota 100 e senza assunzioni immediate il rischio è quello di svuotare gli enti e di non poter più garantire i servizi minimi al cittadino"

Redazione
La Cisl dice basta al precariato

 ''La procedura non è per noi un fulmine a ciel sereno. È una situazione gravissima che, come Cisl, denunciamo da anni nel disinteresse generale della politica. In Italia, oltre 300mila precari erogano, ogni giorno, servizi pubblici fondamentali in tutti i settori. Tra questi, 54mila precari operano negli enti locali a stretto contatto con i cittadini e 38mila donne e uomini si prendono cura dei nostri familiari nel sistema sanitario nazionale. Parliamo di precariato storico, persone che sono al servizio del Paese in perenne attesa che la politica si occupi di regolarizzare la loro posizione lavorativa''. Lo dichiara il segretario generale della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, commentando la procedura d'infrazione contro l'Italia, avviata dalla Commissione europea, per abuso di ricorso ai contratti termine nella pubblica amministrazione.

''Dobbiamo dire basta con il precariato nella Pa non solo per evitare la procedura. I servizi pubblici sono presidi di democrazia, sono i luoghi in cui i cittadini, con la propria professione, danno risposte ai bisogni di altri cittadini e delle imprese. Chiediamo al governo di finirla con questa perenne guerra mediatica e di lavorare con noi per dar loro una risposta. Siamo pronti a discutere col Presidente Conte, i vicepresidenti Di Maio e Salvini e il Ministro Bongiorno, un piano di stabilizzazione del lavoro a termine, lo scorrimento totale delle graduatorie e il contestuale avvio di un piano di reclutamento. Non c'è più tempo: con quota 100 e senza assunzioni immediate il rischio è quello di svuotare gli enti e di non poter più garantire i servizi minimi al cittadino. Senza un'amministrazione territoriale efficiente, senza sanità, senza sicurezza nelle nostre strade non vi può essere neppure democrazia'', conclude Petriccioli

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Senza Salvini ci tolgono pure il Natale
abolita la recita natalizia in un asilo anconetano

Senza Salvini ci tolgono pure il Natale

La politica secondo Povia
Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Fine del Muro, una occasione mancata
Il 9 novembre 1989 la Cortina di ferro si infranse

Fine del Muro, una occasione mancata

La nuova povertà? Quella di chi non ama più la vita…
40 anni in favore della vita, soprattutto di quella nascente e dei giovani

La nuova povertà? Quella di chi non ama più la vita…


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU