quando il carroccio è green

Lombardia, la battaglia della consigliera leghista contro i siti inquinati

Francesca Ceruti: “Voglio tutelare l'ambiente e riconsegnare al mercato lavorativo aree potenzialmente utili”

Redazione
Lombardia, battaglia di consigliere leghista contro i siti inquinati

Regione Lombardia, e la Lega, mostrano la propria vocazione ambientalista ed ecologista, grazie alla battaglia condotta a Palazzo Pirelli da una determinata quanto preparata consigliera regionale. Lei è Francesca Ceruti, avvocato tosto e dalle idee chiare, che ha ben pensato di far approvare, in pieno Assestamento di Bilancio 2019-2021 al Pirellone, un Ordine del Giorno sui siti inquinati. Per capirci: avete presente quelle molte, troppe aree lombarde ove un tempo magari sorgevano ditte, poi abbandonate, ed ora ricettacolo di ogni sorta di rifiuti? Rifiuti che non il caso ma mani dolose ogni tanto, anzi ogni troppo, si divertono ad incendiare (leggasi, la mafia)?.

Ebbene, Ceruti così facendo spunta le armi ai piromani dei rifiuti e, con quel pragmatismo che è tipico dei lombardi, ha unito utile al dilettevole: i siti abbandonati e contaminati possono essere ripuliti e perché no, riconvertiti. Per far ripartire il lavoro. Pragmatismo lombardo, dicevamo.

Lei, coraggiosa ma anche schiva, non si fa eccessiva pubblicità e all'iniziativa dedica giusto un post ed un tweet. Che noi però riprendiamo, ritenendo giusta e sacrosanta questa battaglia, che meriterebbe ben altre ribalte mediatiche. Ma chi è schivo, è schivo. Va così. “Esprimo soddisfazione per il mio Ordine del giorno all'Assestamento al bilancio 2019-2021, sugli interventi di bonifica dei siti inquinati, #approvatooggiall'unanimità dall'Aula consiliare”. Così, dicevamo, il consigliere regionale leghista Francesca Ceruti, che spiega: “L'Odg da me presentato prevede di incrementare il capitolo di bilancio per interventi di bonifica di quelle aree contaminate a seguito di attività industriali potenzialmente inquinanti. Stiamo parlando di siti che richiedono un intervento di bonifica, come gli interventi di rimozione dei rifiuti che costituiscono un rischio sanitario o sono potenzialmente a rischio incendio, o la messa in sicurezza del territorio, scongiurando contaminazioni ambientali”.

“Spesso le fideiussioni prestate o il fallimento delle società che operavano nei terreni incriminati impediscono che vengano messi in atto questi interventi, pesando il compito sui Comuni”, continua il consigliere leghista. Che aggiunge: “L'ordine del giorno approvato oggi (venerdì, N.d.A.) chiede che venga incrementato il capitolo di bilancio che prevede ulteriori fondi di Regione Lombardia per intervenire su questi siti potenzialmente pericolosi. Il tutto, sostenendo le amministrazioni locali nella bonifica volta a riconsegnare le aree alle attività commerciali ed industriali”

“Si tratta”, conclude Ceruti, “di una procedura pensata per intervenire da una parte a tutela dell'ambiente e dall'altra volta a rilanciare le nostre aziende, rimettendo in pista aree potenzialmente sfruttabili per la ripresa delle attività produttive e lavorative”. Che dire? Brava. Tutto il resto si commenta da sé.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni. Che scoppia a piangere
rabbia e indignazione per la "sparata" del sultano

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni

Remo Gobbi:
Torna a Padova Itala Pilsen
nello stabilimento Peroni

Torna a Padova Itala Pilsen

Sammy Varin, 40 anni sulla notizia!
buon compleanno, arruffapopolo!

Sammy Varin, 40 anni sulla notizia!

Cremona, Arvedi raddoppia e lancia lo stabilimento 4.0
Lega: "Stop chiacchiere, subito la nostra legge contro la droga"
Molteni e Morrone: "Presto in Parlamento, galera per spacciatori"

Lega: "Stop chiacchiere, subito la nostra legge contro la droga"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU