l'allarme dell'European Congress on Obesity

La dieta mediterranea? Morta e sepolta

 In Grecia, Spagna e Italia oltre il 40% dei bimbi di 9 anni è obeso o in sovrappeso, dato che a Cipro arriva al 43%

Redazione
La dieta mediterranea? Morta e sepolta

Foto ANSA

La dieta mediterranea è morta, proprio nei Paesi in cui è nata. L'allarme arriva dall'European Congress on Obesity a Vienna, e a lanciarlo è Joao Breda, responsabile dell'Ufficio europeo dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità) per la prevenzione e il controllo delle malattie croniche. La prova della morte del regime alimentare famoso in tutto il mondo come il più salutare, arriva dalla bilancia dei bambini greci, spagnoli e italiani. In Grecia, Spagna e Italia oltre il 40% dei bimbi di 9 anni è obeso o in sovrappeso, dato che a Cipro arriva al 43%. Insomma, i Paesi che hanno dato il nome alla dieta più sana del mondo di fatto non la seguono più, tanto che vantano i bimbi più grassi d'Europa.

Dolci, cibo spazzatura e bibite zuccherate hanno rimpiazzato i piatti della dieta tradizionale, ricca di frutta e verdura, pesce e olio extravergine d'oliva. "La dieta mediterranea per i bambini di questi Paesi è morta", ha detto Breda a Vienna. "Non c'è più. E i più vicini alla dieta mediterranea sono i bambini svedesi. La dieta mediterranea è andata, e noi dobbiamo recuperarla". Oggi i bimbi dei Paesi bagnati dal Mediterraneo mangiano troppi zuccheri, grassi e sale nel cibo, e si muovono molto poco. L'esperto guarda ai dati europei del report che monitora l'obesità. Gli ultimi numeri, relativi al periodo 2015-17, mostrano che i tassi di obesità infantile più bassi spettano a Tajikistan, Turkmenistran e Kazakistan. Ma anche Francia, Norvegia, Lettonia e Danimarca hanno tassi di obesità ridotti, dal 5% al 9%, mentre l'Irlanda è al 20%.

La buona notizia, riferisce The Guardian, è che i Paesi mediterranei stanno affrontando il problema. Almeno tre quarti dei bambini italiani oggi mangiano frutta tutti i giorni o per la maggior parte della settimana. "E' un progresso - conclude Breda - E' stato riconosciuto che c'è un problema e si sta cercando di intervenire".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata
Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata

Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata

Il parroco sull’immigrazione: “guardiamo prima le persone che abbiamo accanto”!
Don Donato Piacentini: “lettera aperta di un parrocchiano”

Il parroco sull’immigrazione: “Guardiamo prima le persone che abbiamo accanto”!

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti
il parlamentare lega alessandro morelli svela che...

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti

“Siamo tutti sulla stessa barca”? Certo, ma cominciando dagli italiani...
Don Piacentini: ora i centri sociali e l’ultrasinistra ne disturbano pure la Messa

“Siamo tutti sulla stessa barca”? Certo, ma cominciamo dagli italiani...

Indigestione, quel peso sullo stomaco
curarsi con la fitoterapia

Indigestione, quel peso sullo stomaco

Torta al coriandolo
BELLO è BUONO…E SANO!

Torta al coriandolo

Gemme ed erbe contro l’alito cattivo
Curarsi con la natura: l’alitosi

Gemme ed erbe contro l’alito cattivo


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU