IMMIGRAZIONE VIOLENTA

Algerino picchia la moglie per il troppo shopping

Ha aggredito la consorte davanti alla figlia di soli 5 anni. I vicini allarmati dalle grida hanno chiamato i Carabinieri

Redazione
Foto ANSA

Foto ANSA

Ha picchiato sua moglie, facendola finire all'ospedale, di fronte alla loro figlia di soli 5 anni. Per questo, lo scorso 20 novembre, un operaio algerino di 28 anni, regolare in Italia e residente a Spirano, è stato arrestato dai carabinieri di Urgnano. L'uomo si sarebbe scagliato contro la moglie casalinga, di origine marocchina e anche lei di 28 anni, al rientro dal lavoro: la accusava di aver speso troppo nello shopping.

Ha così iniziato a colpire violentemente la consorte, incurante della presenza della figlia minore, danneggiando tra l'altro gli arredi di casa. Giunta la chiamata al 112 da parte dei vicini di casa, è intervenuta una pattuglia di carabinieri. La donna è stata ricoverata in ospedale con una prognosi di 10 giorni per contusioni varie. L'algerino è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali aggravate.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU