bruxelles: tremano le lobby

L'Europa delle banche se la fa sotto: assist di Juncker a Renzi

Dopo la vittoria della Brexit, si allunga la lista delle nazioni pronte a sganciarsi dalla soffocante stretta dell'Unione Europea della speculazione finanziaria; il vento populista soffia forte e...

Redazione
L'Europa delle banche se la fa sotto: assist di Juncker a Renzi

Comincia a mancare il terreno sotto i piedi ai burocrati di Bruxelles, espressione degli interessi delle grandi banche e delle lobby che hanno rovinato l'economia di molti Paesi dell'aerea euro, al pensiero di un'oramai sempre più probabile vittoria del No in Italia. "Spero che non vinca il No", dichiara sfacciatamente il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel corso di una intervista a La Stampa. Perchè oramai, dopo la vittoria della Brexit, la lista delle nazioni pronte a sganciarsi dalla soffocante stretta di questa Ue si allunga: Olanda, Francia, Austria, Lituania, Ungheria Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Polonia, Romania, Svezia e anche Italia.

E all'europarlamento non dormono sogni tranquilli, temendo l'effetto domino della Gran Bretagna. E guardano con preoccupazione anche all'Italia, Paese che sullo scacchiere internazionale non ha alcun peso politico (specie con il Governo calabraghe di Renzi, che va raccontando di aver pestato i pugni sul tavolo in Europa, salvo poi scoprirsi che il suo partito si astiene ad ogni votazione), ma che un unico vantaggio - agli occhi dei lobbisti Ue - ce l'ha: è lo stato cuscinetto che assorbe le ondate inarrestabili di clandestini che in realtà nessuno vuole, in Europa. Siamo il corrispettivo occidentale del gigantesco lager che si è venuto a creare in Medioriente, per volontà di Erdogan, al confine tra Turchia e Siria, per "assorbire" e mettere in stasi i milioni di profughi (quelli sì, veri) che scappano dall'Isis. Con la differenza che il mezzo milione di migranti che abbiamo accolto a braccia aperte dal 2010 profughi non sono. Dato che solo il 5% ottiene il riconoscimento di tale status. A Bruxelles lo sanno bene e se la fanno letteralmente sotto all'idea di un nuovo Governo che possa chiudere le porte all'invasione selvaggia di casa nostra.


Questo, in barba alle balle che la Sinistra europea va raccontando, del tipo "la Germania accoglie il triplo dei migranti dell'Italia", dimenticando di dire che Frau Merkel ha detto a chiare lettere che si terrà solo laureati e professionisti specializzati realmente utili, mentre rispedirà al mittente tutti gli altri.


Si spiega così l'assist di sabato di Juncker a Renzi. "Il referendum è una questione essenziale per definire l'architettura istituzionale dell'Italia nei prossimi anni. Non voglio", precisa, "interferire in questo dibattito. Ma che l'Italia debba continuare un processo di riforme è una cosa ovvia". "Non so se sarei utile a Renzi dicendo che vorrei che vincesse il Sì. Mi limito a dire", ha detto salomonicamente, "che non vorrei vincesse il No. L'Italia fa parte dell'Europa in modo essenziale. Se la perdessimo come architetto, ispiratore, artigiano dell'Europa, non sarebbe più la stessa cosa". Ma guarda, fino a ieri ci chiamavano "porci" (da PIGS, porci in inglese ma anche acronimo dei Paesi deboli dell'area euro: Portogallo, Italia, Grecia e Spagna). Come si cambia, a Bruxelles, a seconda delle convenienze...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU