Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Okamura: "Diciamo un secco NO ad un superstato europeo multiculturale. Diciamo NO all'immigrazione clandestina e all'islamizzazione dell'Europa"

Monika Pilloni
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Tomio Okamura sul palco di piazza Venceslao a Praga

L'ultima iniziativa in ordine di tempo da parte degli attivissimi populisti della Repubblica Ceca? L'organizzazione, mercoledì 23 alla Camera dei Deputati, di un seminario significativamente intitolato “Quo vadis, Europa?“. Numerosi gli ospiti, tra i quali il giornalista americano Erik Best, che hanno risposto a domande del tipo: "I risultati delle elezioni degli Stati Uniti influenzeranno eventi in Europa e, quindi, in Repubblica Ceca? In quale direzione sta andando l'Europa? Qual è il ruolo attuale delle Nazioni Unite?".


E poi, sabato 19. Il movimento SPD di Tomio Okamura ha convocato a Praga la Terza Conferenza Nazionale, cui ha partecipato come ospite Nicolas Bay, segretario generale del Front National, che la sera prima era presente a Milano, dove ha incontrato gli amici della Lega Nord. Nicolas Bay, ospite d’onore, ha evidenziato l'importanza del patrimonio culturale che i cechi condividono con i francesi e gli italiani; ha paragonato la Brexit e la vittoria di Trump alla vittoria della democrazia sulla oligarchia ed ha detto: “Insieme con gli alleati possiamo costruire un'altra europa: l'Europa di cooperazione tra i paesi sovrani e delle persone libere".


Ancora, l'SPD ha chiesto un referendum sull'uscita della Repubblica Ceca dall'UE. "L'attuale forma di integrazione europea minaccia gli interessi della Repubblica Ceca e dei suoi cittadini. Diciamo secco chiaro NO a un superstato europeo multiculturale. Diciamo NO all'immigrazione clandestina e all'islamizzazione dell'Europa. In collaborazione con i partiti patriottici in Europa promuoveremo un nuovo modello di cooperazione europea. Un modello basato sul rispetto della sovranità degli Stati Nazionali che affronta gli interessi comuni dei paesi europei nei settori della sicurezza, dell'economia e della scienza", riferisce la risoluzione presentata dal partito di Okamura.


Infine, mercoledì 17, durante la “Festa nazionale della lotta per la libertà e la democrazia“, l'alleato ceco della Lega ha allestito a Praga una mostra intitolata La Rivoluzione Rubata (attualissima, vista la situazione nazionale di disoccupazione, pignoramenti, proliferazione di senza tetto...). La mostra è stata inaugurata da Tomio Okamura in piazza Venceslao; sul podio il cantautore ceco Pepa Nos ha suonato canzoni a tema. Sui pannelli di grandi dimensioni si cercavano le risposte alle domande sul come e perché la rivoluzione è stata rubata ai cittadini e agli studenti. Sono state ricordate le cause e i proclami più famosi dai tempi della Rivoluzione di Velluto ad oggi ed è stata confrontata la situazione attuale con le promesse di allora. 



Una folla oceanica in piazza a Praga per protestare contro la Rivoluzione (dei diritti) rubata





La delegazione francese del Front National in visita ai colleghi dell'SPD



La nostra corrispondente dalla Repubblica Ceca Monika Pilloni con Tomio Okamura al seminario "Quo vadis, Europa?"


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU