Immigrati sul volantino natalizio

La scelta di CL: un campo profughi al posto del presepe

Antonio Socci all'attacco: "Abbiamo un Natale in cui i cattolici sostituiscono Gesù con la questione sociale dei migranti. Peraltro i poveri migranti del «volantone» di Comunione e Liberazione non sono nemmeno i «poveri cristiani perseguitati», ma i migranti musulmani"

Redazione
La scelta di CL: un campo profughi al posto del presepe

Gli immigrati nel presepe al posto della capanna con Gesù Bambino. Comunione e Liberazione ha scelto di raffigurare una donna in tenda, a rappresentare i “migranti”, sul volantino per il Natale 2017. Una decisione che Antonio Socci su Libero valuta come inopportuna e sintomatica di un certo modo “progressista” di intendere la religione cattolica. Ancor più significativa se si considera che il movimento fondato da don Giussani e ora diretto dallo spagnolo Julian Carron non sarebbe ascrivibile, per sintetizzare, alla galassia “terzomondista” del cattolicesimo, quella tra le altre cose dell'accoglienza indiscriminata.

“Buttando alle ortiche l’insegnamento di don Giussani, Carron ha lanciato per il Natale 2017 un «volantone» in cui non c’è più Gesù bambino, ma un campo profughi. È una bella foto artistica, ma Gesù è del tutto assente, dunque rappresenta il Natale bergogliano, non il Natale cristiano". E ancora: “Abbiamo un Natale in cui i cattolici per primi sostituiscono Gesù con il valore della solidarietà, con la questione sociale dei migranti – prosegue Socci -. Peraltro i poveri migranti di Bergoglio o del «volantone» di CL non sono nemmeno i «poveri cristiani perseguitati», che sono davvero i più derelitti perché abbandonati da tutti (anzitutto dal Vaticano). Ma sono possibilmente i migranti musulmani: non a caso quando Bergoglio andò nel campo profughi di Lesbo, dove c’erano diverse famiglie cristiane, portò a Roma con sé una famiglia di musulmani, non di cristiani”.   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sinistra nella mer*a: su Hezbollah ha ragione Salvini
Israele scopre un nuovo tunnel segreto, il quarto

Sinistra nella mer*a: su Hezbollah ha ragione Salvini

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"
"Alcuni paesi rifiutano di potenziare controllo frontiere"

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU