il carroccio cambia?

La svolta europeista di Salvini

Diversi giornali ipotizzano un cambio di rotta della Lega. Per ottenete consensi nazionali ed extranazionali necessaria una "svolta europeista". Ma per ora son solo illazioni giornalistiche

Redazione
Eliminare Salvini. Libero pubblica le chat dei magistrati

Una Lega filo Ue? Fino a ieri era una bestemmia il solo pensarlo. Anche se, a dirla tutta e sin dai tempi di Bossi, i politici leghisti non han detto di essere contrari all'Unione Europea ma "a questa Ue, che non è un'Europa dei popoli ma delle banche". Le premesse per un cambiamento, dunque, ci sarebbero. A condizione che cambi anche la Ue. Che diventi più rispettosa delle singole istanze dei Paesi (e non, come andava auspicando Mario Monti, che ci imponga la cessione di "porzioni di sovranità", peraltro approfittando nel nostro stato di necessità, rendendoci schiavi debitori a vita). E soprattutto, è auspicabile una Ue che difenda i prodotti locali, anziché imporci regole economiche, ambientali ed alimentari assurde - oltreché inondarci di prodotti extraeuropei - e che infine la pianti di scaricarci tutti gli immigrati, come ha ripreso a fare in questi giorni.

In queste ore i giornali ventilano una svolta europeista di Salvini. Il Corriere della Sera cita una frase di Giancarlo Giorgetti: "Se vorremo in futuro governare, Matteo dovrà incontrare Draghi e poi chiedere l’iscrizione al Ppe". In questa frase c'è la consapevolezza del fatto che "le altre strade battute si sono rivelate impercorribili" e che per proporsi alla guida del Paese "bisogna cambiare direzione". Secondo La Stampa, i 29 eurodeputati del Carroccio si riuniranno la prossima settimana, martedì 29 settembre, per discutere della collocazione europea del partito che chiede Giorgetti.

"Che la Lega fosse vicina a una svolta", scrive infine Il Giornale, "era chiaro anche dalla nascita della segreteria politica inaugurata pochi giorni fa. La battuta d'arresto alle elezioni regionali, infatti, ha spinto la leadership del carroccio e Matteo Salvini a ripensare l'organigramma del partito, che si strutturerà in maniera ancora più definita e organica e meno dipendente dalla figura carismatica e incontrastata del leader, con la creazione di dipartimenti specifici. Il partito è orientato a creare una catena di comando più efficace, puntando a una struttura di raccordo tra il leader e i capi dipartimento, nominati negli scorsi mesi". In quest'ottica di ristrutturazione, che però messa così dal giornale milanese sembra quasi un voler far le scarpe al leader, e così non è, entrerebbe benissimo la visione di una Lega europeista. Peccato che sinora queste sian solo illazioni dei giornali. Salvini non ha ancora parlato e la partita è ancora tutta il giocare.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia

Gli alieni ci dicono: "Il covid è un esperimento umano"
fotonotizia / tornano i crops nel Wiltshire

Gli alieni ci dicono: "Il covid è un esperimento umano"

Eliminare Salvini. Libero pubblica le chat dei magistrati
il carroccio cambia?

La svolta europeista di Salvini


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU