di fronte a un posto di polizia

Siria: razzi contro l'aeroporto turco di Diyarbakir

Passeggeri e personale sono fuggiti all'interno del terminal. Non ci sono stati feriti né danni e i voli non hanno subito variazioni

Redazione
Siria: razzi contro l'aeroporto turco di Diyarbakir

Quattro razzi sono stati sparati sabato sera contro l'aeroporto della città turca di Diyarbakir, nel sudest a maggioranza curda. Lo riferiscono i media turchi. I razzi sono finiti su terreno incolto di fronte a un posto di polizia davanti alla sala vip. Passeggeri e personale sono fuggiti all'interno del terminal. Non ci sono stati feriti né danni e i voli non hanno subito variazioni. Il lancio dei razzi non é stato rivendicato. Secondo l'agenzia turca Dogan, i responsabili sono probabilmente ribelli curdi.


Da giorni la Turchia conduce un'operazione in territorio siriano insieme ai ribelli dell'Esercito siriano libero (Esl). Lo scopo è cacciare l'Isis dalla città di confine di Jarablus e impedire che questa venga conquistata dai ribelli curdi siriani dell'YPG. Questi ultimi sono sostenuti dagli americani, ma anche vicini ai ribelli curdi turchi del PKK. Sabato ci sono stati scontri fra i curdi e l'Esl, appoggiato dall'aviazione di Ankara. I bombardieri turchi hanno colpito postazioni curde, l'YPG ha risposto con il lancio di razzi su Jarablus, dove un soldato turco è rimasto ucciso. Si tratta del primo caduto di Ankara nell'operazione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU