le ipocrisie radical-chic dell'italietta

Sisma, il Tempo alla Sinistra: "Chiedete scusa ai nostri eroi in divisa"

Chiocci: "La Sinistra insiste sul reato di tortura per bloccare le forze dell'ordine quando black bloc e centri sociali insultano e picchiano. Ma oggi loda vigili del fuoco e militari impegnati per salvare i terremotati"

Alfredo Lissoni
Sisma, il Tempo alla Sinistra: "Chiedete scusa ai nostri eroi in divisa"

Parla di "ipocrisia radical-chic" il direttore del Tempo, Gian Marco Chiocci. E a ben donde il quotidiano romano, nella sua Home Page domenicale, ha pubblicato un'immagine di vigili e militari che estraggono i feriti dalle macerie del terremoto in centro-Italia, titolando: "Ora chiedete scusa ai nostri eroi in divisa. La Sinistra insiste sul reato di tortura per bloccare le forze dell'ordine quando black bloc e centri sociali insultano e picchiano. Ma oggi loda vigili del fuoco e militari impegnati per salvare i terremotati". Una frase che riassume alla perfezione l'ipocrita panorama buonista italico, che vede i politici correre a far passerella quando c'è una disgrazia che accende i riflettori mediatici, salvo poi sparire quando ci sono da stanziare i soldi per chi, in quelle emergenze, le maniche se le rimbocca veramente. Politici contro i quali si è scatenata la (a tratti sgrammaticata) rabbia del Web.






"Carissima Laura Boldrini, presidente della Camera, paladina dei clandestini e nemica giurata delle Forze dell’Ordine. Carissimo senatore Luigi Manconi, considerato, a torto o a ragione, il riferimento politico del partito antipolizia", ha scritto Chiocci, "scriviamo a voi, ma potremmo rivolgerci a tanti vostri colleghi, affinchè intendano gli amichetti vostri radicalchic con la penna e la lingua affilata nei pregiudizi. Scriviamo, attraverso voi, agli intoccabili teppistelli dei centri sociali che danno sempre addosso - anche fisicamente - ai nostri eroi in divisa sputando sui caschi dei carabinieri, sprangando i poliziotti, bruciando con le molotov le uniformi antisommossa della finanza. Scriviamo ai colleghi giornalisti con la puzza sotto il naso, sempre dalla parte di chi non rispetta la legge e pronti a crocifiggere il primo servitore dello Stato che per salvare la pelle molla un ceffone o estrae la pistola".


"Scriviamo ai governanti di oggi come a quelli di ieri, sordi a qualsiasi richiesta d’aiuto di chi anche l’altra notte ha rischiato le pelle per pochi spiccioli a fine mese... Guardatele bene le loro facce stravolte dalla fatica, gli occhi infuocati per la polvere, le braccia sfregiate dalle pietre tombali. Coglierete la prima mano tesa dello Stato ai cittadini martoriati dal cataclisma. Perchè mentre, nella maledetta alba di mercoledì, gli uomini di governo venivano informati , le istituzioni cominciavano a seguire costantemente la situazione, i vacanzieri di Capalbio (la spiaggia dei VIP dem; NdR) postavano su Facebook interessantissime considerazioni, loro, carabinieri, polizia, finanzieri, pompieri, erano già lì a farsi il mazzo", ha proseguito. "Loro, gli sbirri, odiati e pericolosi, arrivano puntuali. Sempre. Vorremmo tanto che per voi, in caso di bisogno, facessero un’eccezione. Ma a differenza vostra loro non hanno preferenze: aiutano indistintamente tutti, amici, nemici e quaquaraqua".


E, per inciso, non è che Renzi, ai funerali delle vittime ad Ascoli Piceno, si sia distinto per contegno e signorilità. Il fotoservizio ANSA lo immortala mentre fissa con intenzione i fotografi, pensa ai cavoli suoi, fa le faccette, gioca col cellulare...



LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Si finge medico, abusa di una donna
a PORTO SANT'ELPIDIO nelle marche

Si finge medico, abusa di una donna

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU