corsa allo spazio

L'India sperimenta in volo due motori scramjet

Questi motori, utilizzando nella fase iniziale del volo ossigeno atmosferico per la combustione con idrogeno, permettono di usare vettori con meno carburante e quindi più leggeri e meno cari

Alfredo Lissoni
L'India sperimenta in volo due motori scramjet

Foto ANSA

L'India ha realizzato oggi con successo da una base dello Stato di Andhra Pradesh il test di due prototipi di una versione nazionale del motore 'scramjet' (Supersonic combustion ramjet) che, utilizzando ossigeno dell'atmosfera per produrre una combustione con l'idrogeno, produrranno forti risparmi nei lanci di vettori per la messa in orbita di satelliti. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ians.


Un portavoce dell'Organizzazione indiana per la ricerca spaziale (Isro) ha confermato che due motori scramjet sono stati testati in un volo di un razzo da ricerca a due stadi RH-560. "I due motori sono stati accesi, dopo 55 secondi dal lancio, per sei secondi ad una quota di 11.000 metri''. Pochi Paesi, USA prima di tutto, poi Russia, Cina, Giappone e Europa e ora India, hanno realizzato test per la messa a punto di questi motori che, utilizzando nella fase iniziale del volo ossigeno atmosferico per la combustione con idrogeno, permettono di usare vettori con meno carburante e quindi più leggeri e meno cari.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il Decreto Salvini spiegato in un minuto
al lavoro per la sicurezza degli italiani

Il Decreto Salvini spiegato in un minuto

Osservato il punto più lontano della Via Lattea
Ora la mappa della galassia è più completa

Osservato il punto più lontano della Via Lattea

Indagate le motivazioni per le quali il dimagrimento viene vanificato dalla perdita di autocontrollo cagionata da logoranti stati emotivi
quando il dimagrimento è vanificato da stati emotivi logoranti

Stress e aumento di peso

È morto Alan Bean, il quarto uomo sulla Luna. Che credeva negli E.T.
Fece parte della missione Apollo 12 nel novembre del 1969

È morto Alan Bean, il quarto uomo sulla Luna. Che credeva negli E.T.

Arriva il buco nero solitario
Scoperto dall'Università di Berkeley

Arriva il buco nero solitario


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU