dopo i 36 morti di venerdì

India nel caos: 20 anni al guru stupratore. Si temono violenze

Il santone Ram Rahim ha stuprato due seguaci nel 2002. I suoi adepti hanno messo a ferro e fuoco la città di Rohtak

Redazione
India nel caos: attesa sentenza per il guru stupratore. Si temono scontri dopo i 36 morti di venerdì

foto ANSA

India nel caos. Ingenti forze dell'ordine hanno presidiato oggi la città di Rohtak, nello Stato di Haryana, dove è stata annunciata dal giudice di uno speciale tribunale della polizia criminale l'entità della pena che dovrà scontare il guru Gurmeet Ram Rahim, riconosciuto colpevole venerdì dello stupro nel 2002 di due seguaci. Il santone Rahim dovrà scontare 20 anni in carcere, e non dieci come le fonti legali avevano comunicato.


E' quanto è emerso dalla pubblicazione della sentenza di condanna per gli stupri di due sue seguaci. Uno dei suoi avvocati difensori, S.K. Gark, ha spiegato alla tv CnnNews18 che "l'equivoco è nato per aver ritenuto che il giudice avesse stabilito due condanne di dieci anni da scontare contemporaneamente, mentre invece esse erano consecutive".


Dopo la diffusione la settimana scorsa della sentenza di condanna, migliaia di adepti della associazione socio-spirituale Dera Sacha Sauda, guidata dal santone, si sono abbandonati a violenze di ogni genere in Haryana, Punjab e Rajasthan, scontrandosi con agenti e soldati, con un bilancio di 36 morti, oltre 350 feriti, 1.000 arrestati e ingenti danni.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Esclusivo / Salvini in Israele. Navon: "Populisti? Sì grazie"
dal nostro corrispondente max ferrari

Esclusivo / Israele accoglie Salvini

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini
ma la chiesa si occupa di anime o di far politica?

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini

"Basta Macron". E a Cholet i pompieri giran le spalle al prefetto
i vigili del fuoco abbandonano una celebrazione ufficiale

"Basta Macron". E a Cholet i pompieri giran le spalle al prefetto


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU